Mafia, Marcello Dell'Utri condannato in appello a 7 anni

1' di lettura

Secondo i giudici l'ex senatore Pdl fu mediatore tra Silvio Berlusconi e Cosa Nostra. La prima sentenza di secondo grado fu annullata dalla Cassazione. La reazione: "Questo romanzo criminale non poteva finire qui" (VIDEO). Il Pg chiede l'arresto

La seconda sezione della Corte ha riconfermato la condanna all'ex senatore del Pdl, Marcello Dell'Utri, a sette anni per concorso esterno in associazione mafiosa. Dell'Utri era già stato condannato nel 2010 a sette anni per concorso esterno in associazione mafiosa ma la Cassazione aveva annullato la sentenza disponendo il rinvio del procedimento alla Corte. La decisione dei giudici è stata pronunciata dal presidente Raimondo Lo Forti dopo otto ore e mezzo di camera di consiglio nella aula bunker del carcere palermitano di Pagliarelli.

Il Pg aveva chiesto la conferma della condanna a sette anni. Secondo quanto riportato dalle agenzie di stampa, la Procura generale di Palermo ha chiesto anche l'arresto di Marcello Dell'Utri, motivandolo con il pericolo di fuga dell'imputato. Non si sa ancora se la terza sezione della Corte d'appello abbia accolto o meno la richiesta.
Prima che i giudici si ritirassero, Dell'Utri aveva reso dichiarazioni spontanee in aula. Aveva negato di aver mai aiutato la mafia, ma aveva rivendicato ancora una volta i rapporti col boss Vittorio Mangano, lo stalliere di Arcore da lui definito "una persona normalissima" .

"Speravo in un'altra sentenza, ma accetto il verdetto" ha detto l'ex senatore del Pdl Marcello Dell'Utri commentando la decisione dei giudici. "Spero nella Cassazione - ha concluso - Del resto la vita va avanti, c'è la trattativa e il resto. Questo romanzo criminale non poteva finire qui" (GUARDA IL VIDEO).

Sulla sentenza è intervenuto anche il neoeletto presidente del Senato Pietro Grasso. "La condanna di un imputato un Pm non può considerarla una vittoria, ma il risultato del lavoro. Le indagini sono cominciate 19 anni fa e ancora non si ha una risposta certa" ha detto a Piazzapulita.

Leggi tutto