Milano, attacco hacker al sito del tribunale

La homepage del sito del tribunale di Milano oscurata
1' di lettura

Nella homepage un messaggio con un'immagine della maschera di "V per Vendetta", che viene comunemente usata dai pirati informatici di Anonymous. "Preparatevi, ha inizio l'apocalisse. E' la fine per un nuovo inizio"

Da questa mattina il sito del Tribunale di Milano è inaccessibile, o meglio è stato oscurato dagli hacker.
Cliccando ci si trova una sorpresa: un'immagine di una maschera di "V per Vendetta", che viene comunemente usata dagli hacker di Anonymous, con i colori della bandiera italiana e un messaggio: "Preparatevi, ha inizio l'apocalisse. E' la fine per un nuovo inizio. Sta arrivando come l'ira di Dio il vero cambiamento per i giovani del popolo italiano. La giovane Italia degli italiani che lavorano e sono stufi di essere presi per il culo, derubati, maltrattati da quei delinquenti che ci governano e da tutte le lobby che li supportano. Da adesso pagheranno per tutto quello che hanno fatto. Rivoluzione digitale".
Il messaggio e l'azione di oscuramento del sito del Tribunale di Milano è firmata "LndTm 2013".
L'attacco è un "fatto gravissimo e sgradevole" e che "sembra "costituire una minaccia in
generale" alla magistratura il commento del presidente del Tribunale del capoluogo lombardo, Livia Pomodoro.

Attacco analogo al Dap - Poco prima, nella notte tra venerdì 15 febbraio e sabato 16 febbraio anche il sito del Dap, il Dipartimento di polizia penitenziaria, ha subito un attacco hacker analogo a quello al sito del Tribunale di Milano.
Collegandosi al portale compariva al posto della home page lo stesso messaggio visibile sul sito del palazzo di giustizia milanese. Gli operatori del ced hanno provveduto a rimuoverlo, scollegando il sito, che la momento non è operativo, e si sta lavorando per il ripristino

Leggi tutto