Mps, ora indaga anche Roma: manipolazione di mercato

1' di lettura

Mentre continua l'inchiesta della Procura di Siena, parte l'indagine romana sulla base di alcuni esposti. Nella città toscana, intanto, è stato sentito dagli inquirenti Gotti Tedeschi in qualità di ex responsabile del Banco Santander in Italia

Continua l'inchiesta della Procura di Siena sugli ex vertici del Monte dei Paschi, con particolare attenzione all'acquisizione di Antonveneta dalla spagnola Santander nel 2007. E proprio in merito a questo affare in procura è stato sentito, per oltre 4 ore, il finanziere Ettore Gotti Tedeschi, che per vent'anni è stato il responsabile in Italia del Banco Santander. Nel 2007 l'istituto senese pagò per l'acquisto di Antonveneta circa 10 miliardi di euro all'istituto spagnolo, dopo che questo aveva pagato per l'acquisizione circa 6 miliardi solo pochi mesi prima. 
Da parte della procura intanto arriva la smentita delle indiscrezioni pubblicate dai quotidiani. "Considerata l'infondatezza  delle notizie circa le iniziative che questa Procura della Repubblica sarebbe in procinto di adottare - si legge in una nota del procuratore Tito Salerno - si sta valutando l'apertura di un procedimento penale per insider trading e aggiotaggio trattandosi di società quotata presso un mercato regolamentato nazionale".
Anche la procura di Roma ha aperto un fascicolo, per il momento contro ignoti, sulla vicenda Mps. Manipolazione del mercato il reato ipotizzato dagli inquirenti sulla base di alcuni esposti.

La cronaca della giornata:

19.20 Gotti Tedeschi esclude un suo ruolo nel caso Antonveneta - Nell'operazione Antonveneta Ettore Gotti Tedeschi non ebbe un ruolo in quanto rappresentante italiano del Santander. Sarebbe questo - a quanto si apprende - uno dei punti approfonditi dal banchiere sentito oggi dai pm di Siena nell'ambito dell'inchiesta su Mps. L'interrogatorio è stato secretato.

19.02 E' ancora scontro politico sul caso Mps - Il segretario Pd, Pier Luigi Bersani, replica alle accuse del centrodestra sulle responsabilità nel caso Monte Paschi: "Non siamo mammolette, nessuno tocchi il Pd". Monti: “Via la politica dalle banche”. Berlusconi: "Non ho paura di farmi sbranare. Bersani ha la faccia tosta". E il Pdl sceglie l'ironia sul suo sito.

18.27 Concluso incontro tra Bankitalia e Abi - L'incontro tra i vertici dell'Abi e il governatore della Banca d'Italia Visco di oggi è stato "molto approfondito e di forte soddisfazione": lo ha detto all'ANSA il neopresidente Antonio Patuelli precisando che "abbiamo avuto conferma dai vertici di Bankitalia della stabilità del mondo bancario italiano".

18.15 Piazza Affari positiva, chiude a + 1,82% Mps - Dopo lo scivolone della vigilia Piazza Affari ha invertito direzione ed è stata l'unica Borsa in Europa (dove Madrid ha ceduto due punti percentuali) a chiudere in rialzo: l'indice Ftse Mib ha segnato un aumento finale dello 0,86% a 17.439 punti, l'Ftse All share una crescita dello 0,77% a quota 18.377.
Positiva anche Mps (+1,82% a 0,24 euro, segui qui la quotazione del titolo) con scambi ancora molto intensi: 537 milioni di azioni, pari a circa il 5% del capitale.

18.06 Mancini: “Piena collaborazione con i pm” - "Tutto bene, tutto bene". Così il presidente della fondazione Mps, Gabriello Mancini, all'uscita dalla Procura dove è stato ascoltato per circa due ore dai pm che si occupano della vicenda Mps. "Piena collaborazione", ha poi aggiunto Mancini senza voler dire altro a chi gli chiedeva come era andata.

18.02 Roma chiederà carte a Bankitalia e Consob - La Banca d'Italia e Consob figurano tra i destinatari della richiesta di documentazione avanzata dalla procura di Roma che oggi sul Monte dei Paschi di Siena ha aperto un procedimento a carico di ignoti ipotizzando il reato di manipolazione del mercato. I magistrati romani, allo stato degli atti, ritengono che la competenza a indagare spetti ai colleghi della procura di Siena. Solo se dovessero emergere fattispecie di reato legate alla capitale, a quel punto i pm di piazzale Clodio proseguirebbero i loro accertamenti.

17.10 Mussari: “Mai parlato di Mps, rispetto attività Procura” - "In relazione alle vicende che riguardano banca Monte dei Paschi di Siena ne' io ne' il mio avvocato abbiamo mai rilasciato dichiarazioni". Così l'ex presidente del Monte, Giuseppe Mussari, che ha spiegato di aver fatto questa scelta "nel pieno rispetto dell'attività di indagine posta in essere dalla Procura". 

17.00 Monti: "Teniamo i partiti lontani dalle banche" - Se pur indirettamente, interviene nel dibattito su Mps anche il premier Mario Monti. "Sono stato accusato di presiedere un governo di banchieri", scrive Monti su facebook, ma "ho vietato le presenze incrociate nei cda di banche e compagnie assicurative concorrenti".E' stato "un passo concreto per arginare la commistione politica-finanza, che ho già  definito una brutta bestia". "Teniamo i partiti lontani dalla gestione delle banche", conclude il professore.

16.36 Anche la procura di Roma apre un'inchiesta - Anche la procura di Roma ha aperto un fascicolo, per il momento contro ignoti, sulla vicenda Mps. Manipolazione del mercato il reato ipotizzato dagli inquirenti sulla base di alcuni esposti.

15.25 Mancini al Palazzo di Giustizia di Siena
- Il presidente della Fondazione Monte dei Paschi di Siena Gabriello Mancini è arrivato al palazzo di Giustizia di Siena.

15.15 Gotti Tedeschi lascia la Procura di Siena - Il banchiere Ettore Gotti Tedeschi ha lasciato la Procura di Siena dove è stato sentito per circa 4 ore e mezza dai magistrati che indagano sull'acquisizione di Antonveneta da parte del Monte dei Paschi.

14.40 Di Pietro: "Tutti sapevano quello che succedeva" - "Vogliamo sapere subito e prima delle elezioni chi sta dietro quell'incredibile operazione per cui un prodotto viene offerto a sette miliardi e chi lo compra lo vuole fare a tutti i costi a nove. Credo che quei due miliardi siano finiti in conti esteri, soprattutto nelle isole Caiman e soprattutto a personaggi di cui è bene sapere prima i nomi e cognomi prima delle elezioni. Gli elettori devono sapere prima se vanno a votare una persona per bene o una che li ha fregati". Lo ha detto Antonio Di Pietro, oggi a Lamezia Terme, parlando del caso Mps ed all'acquisto di Antonveneta. "Pure le pietre - ha aggiunto - sapevano che dietro Mps giravano affari poco trasparenti, connubi non corretti tra affari, finanza e politica e soprattutto lo sapeva sia la Banca d'Italia che il governo Monti ed il suo ministro dell'Economia.

14.02 Abi, Patuelli nuovo presidente al posto di Mussari - Il Comitato esecutivo dell'Abi ha eletto per acclamazione, su proposta del collegio di presidenza, Antonio Patuelli nuovo presidente dell'associazione al posto di Giuseppe Mussari, travolto dallo scandalo Mps. Appena eletto, Patuelli, presidente della Cassa di Risparmio di Ravenna, ha dichiarato: "Crediamo e operiamo per banche assolutamente indipendenti, distanti e distinte dalla politica e da ogni rischio di interferenze e di interessi in conflitto".

13.30 Borsa ancora in calo, Mps -0,5% - Prosegue in calo la seduta della Borsa valori, con un ribasso che sembra stabilizzato rispetto alla mattinata; banche e Fiat deboli, in ripresa Saipem. L'indice Ftse Mib segna un -0,77% a 17.157 punti, All Share a -0,78%, in una giornata in cui le piazze europee sembrano procedere un po' in ordine sparso. Nervosismo sulle banche, che patiscono lo spread in aumento e le dichiarazioni del presidente Eba, Enria, secondo cui si sta discutendo di nuovi stress test per gli istituti europei. Intesa cede il 2,3%, Ubi il 2,5%, Bpm il 2,6%. Mps dopo un tentativo di rialzo iniziale segna ora -0,5%.

ore 12.46  Leitner: "Transazioni con Mps professionali" -
Il consigliere di Deutsche Bank Stephan Leithner ha detto che le transazioni con Monte Paschi sono state professionali e che non c'è bisogno di chiarimenti aggiuntivi.  "La transazione del 2008 riguardava alcune operazioni di hedging all'epoca. Siamo passati attraverso il nostro processo di approvazione interna", ha detto Leithner, aggiungendo che i rapporti con Monte Paschi sono stati professionali

ore 12.42 Cordero di Montezemolo: "Brutta pagina per nostro paese"
- "C'è già troppa gente che ha parlato, vero è che si tratta di un'altra brutta pagina per il nostro Paese". Cosi' Luca Cordero Di Montezemolo, oggi in Liguria per una iniziativa elettorale, circa le vicende Mps. "Per fortuna - conclude - si tratta di un fatto completamente isolato".

ore 12.35 Tar, legali di Bankitalia anziché i vertici
- Non si saranno il dg Fabrizio Saccomanni e il responsabile vigilanza di Banca d'Italia Fabrizio Signorini sabato in audizione al Tar del Lazio ma gli avvocati dell'istituto centrale. E' quanto si apprende da Via Nazionale. Il Tar deve decidere in merito al ricorso presentato dal Codacons lunedi' nel quale si chiede di annullare la delibera in cui il Direttorio ha dato parere favorevole al Tesoro sui Monti Bond da 3,9 miliardi di euro.

ore 12.30 Bersani: "Destra solleva polveroni" - "Come al solito la destra scatena
polveroni". Lo ha detto il leader del Pd, Pier Luigi Bersani, durante la presentazione degli spot del Pd per la campagna elettorale. Secondo il segretario sulla vicenda "verrà sempre più fuori" che la questione riguarda "struttura manageriale e direzione di quella banca" e, dunque, "semmai verrà fuori un altro tema che è quello del rafforzamento dei meccanismi di controllo". Bersani ribadisce che tra i suoi primi provvedimenti  c'è il ripristino del falso in bilancio.

ore 11.43 Tar convoca vertici Bankitalia - -Il Tar del Lazio ha convocato sabato 2 febbraio il D.g., Fabrizio Saccomanni, e il Responsabile della Vigilanza di Bankitalia, Luigi Signorini (o di un loro delegato) per acquisire "documentati chiarimenti" in ordine al via libera di via Nazionale ai Monti-Bond per Mps. Il Tribunale ha così accolto una richiesta presentata dal Codacons.

ore 11.16 Procura: "Notizie infondate"
- Considerata "l'infondatezza" di alcune notizie relative all'inchiesta Mps, la Procura di Siena "sta valutando l'apertura di un procedimento penale per insider trading ed aggiotaggio". Lo scrive il procuratore di Siena, Tito Salerno, in un comunicato ufficiale della Procura.

ore 10.20 Gotti Tedeschi in procura - Il banchiere Ettore Gotti Tedeschi è appena arrivato in procura a Siena per essere sentito sull'acquisizione di Antonveneta da parte di Monte dei Paschi di Siena.

ore 9.32 Indiscrezioni sui giornali
- Secondo alcuni quotidiani si aggrava il quadro accusatorio ipotizzato dai pubblici ministeri di Siena che indagano su Mps. La Procura starebbe indagando il vecchio management anche per associazione per delinquere volta a truccare i conti in un unico disegno criminoso. Inoltre secondo quanto scrive la Repubblica in prima pagina, la Procura di Siena starebbe valutando "il sequestro conservativo di fondi per un miliardo nell'indagine sull'acquisto gonfiato di Antonveneta".

Leggi tutto