Caccia Usa disperso in Adriatico

1' di lettura

L'aereo, un F-16, era partito dalla base di Aviano. L'allarme è scattato intorno alle 20 di lunedì 28 gennaio, quando c'è stata l'ultima comunicazione con la torre di controllo. Trovate tracce di carburante nel tratto di mare antistante al ravennate

Un caccia F-16 Usa della base di Aviano è disperso. Del velivolo si sono persi i contatti nella serata di lunedì 28 gennaio: l'ipotesi prevalente è che sia precipitato in Adriatico, al largo delle coste della Romagna.
Le ricerche della Capitaneria si concentrano nel tratto di mare antistante al ravennate tra Lido di Savio a nord e Cervia a sud. Lì sono state trovate tracce di carburante. L'allarme è scattato intorno alle 20, quando c'è stata l'ultima comunicazione con la torre di controllo. Il caccia era decollato con altri tre F-16 dalla base di Aviano - due coppie di aerei - per un volo di addestramento.
Ad un tratto, secondo quanto è stato possibile ricostruire, l'aeroplano ha segnalato un 'problema' non meglio specificato.

E' da questo momento che se ne sono perse le tracce. L'aereo è scomparso dai radar. Il pilota del caccia 'gemello' ha sentito il segnale di 'mayday", ma non è stato in grado di vedere la traiettoria di caduta.
Il volo di addestramento, infatti, era composto da due coppie di aerei che in quel momento non volavano "a vista". Da qui l'impossibilità di accertare il punto esatto di caduta del velivolo disperso.

Il velivolo F-16 è un aereo da combattimento multiruolo, monoposto, non moderno ma dalle prestazioni elevate, dotato di armamento sofisticato. Viene utilizzato soprattutto come intercettore per contrastare il pericolo costituito da velivoli sospetti. Aereo scattante e versatile, ha un'ottima manovrabilità ed una avionica avanzata. La velocità massima è di 2 mach, l'autonomia di trasferimento 3900 chilometri.

Leggi tutto