Emilia, Monti contestato dai terremotati. VIDEO

1' di lettura

Il premier visita i comuni colpiti in maggio dal sisma e trova ad attenderlo gruppi di contestatori. A Concordia un uovo indirizzato al professore colpisce il sindaco di Camposanto. A Mirandola una donna interrompe il suo discorso

Contestazione di un gruppo di cittadini nei confronti del presidente del Consiglio, Mario Monti, durante la sua visita a Concordia sulla Secchia, uno dei comuni più colpiti dal terremoto in Emilia. All'arrivo del premier nella 'zona rossa' della cittadina sono partite alcune frasi di protesta come "Vergogna, vieni qui solo per la campagna elettorale" dal gruppo di persone che lo stava attendendo dietro le transenne. E' partito anche, in direzione del premier, un uovo che non lo ha colpito, ma ha centrato in un occhio il sindaco di Camposanto, Antonella Balladini, che è stata poi medicata.

Contestatori hanno poi atteso il premier anche a Mirandola, dove Monti non ha attraversato il 'fronte caldo' perché è entrato da un ingresso secondario del palazzetto. Davanti all'entrata principale, in attesa del suo arrivo, erano state allestite due manifestazioni di protesta. Da una parte una ventina di consiglieri del Pdl dei comuni terremotati del cratere modenese con il cartello 'Alla banca sì, ai terremotati no'. Poco distante c'erano i 'cittadini terremotati della Bassa' del comitato Sisma 12 che in un volantino chiedono "al primo ministro dimissionario Mario Monti di scusarsi della insensibilità con la quale il suo governo ha trattato questo territorio" e al "candidato Mario Monti di avere la decenza di non venire in campagna elettorale a promettere quello che, quando ne aveva l'opportunità non ha fatto". "Giù le mani dalle nostre case. Rimborso dei danni al cento per cento", recitava uno degli striscioni del comitato.

Ma le contestazioni sono proseguite anche all'interno, quando il suo discorso è stato interrotto da una donna terremotata. "Abbassatevi gli stipendi. Promettete e non mantenete": ha gridato. "Al mio stipendio -ha risposto Monti - ho rinunciato dal primo giorno in cui sono entrato in carica". Poi la conclusione finale del premier uscente: "Queste reazioni vanno capite. Ma se siete contenti di come è andato il Paese negli ultimi 20 anni basta votare per i partiti che ci sono sempre stati".

Leggi tutto