Maltempo: 800 km di autostrade sotto la neve

1' di lettura

Le precipitazioni più intense hanno riguardato l'A1 Milano-Napoli, l'A14 Bologna-Taranto, l'A23 Palmanova-Tarvisio, l'A27 Venezia-Belluno. Fiocchi bianchi anche su Sardegna e Calabria. Regolare il traffico ferroviario, qualche disagio a Fiumicino

Temporali, neve e gelo: ecco i primi effetti del ciclone Morgana che ha colpito l'Italia. Da martedì sera sono in corso precipitazioni nevose a tratti intense, anche a basse quote, in Liguria, Piemonte, Lombardia, Friuli, Emilia Romagna, Toscana e Sardegna. Quasi 800 km della rete autostradale sono interessati e le nevicate più intense hanno riguardato l'A1 Milano-Napoli, tra Casalpusterlengo e Barberino del Mugello, l'A14 Bologna-Taranto, tra l'allacciamento A1/A14 e Castel San Pietro, l'A23 Palmanova-Tarvisio, tra Carnia e confine di Stato, l'A27 Venezia-Belluno, tra Vittorio Veneto Nord e SS51 Alemagna. Nell'entroterra della provincia di Genova la neve ha raggiunto i 30 centimetri in alta Val Trebbia e alta Valle Scrivia, toccando il mezzo metro nelle zone più elevate della Val d'Aveto. (guarda la situazione sulle strade in tempo reale)

Niente neve ma pioggia intensa su Venezia, Padova, Vicenza e Treviso. Neve abbondante in Emilia (con Bologna che si è svegliata sotto una spessa coltre bianca), sugli Appennini, Umbria e, copiosamente, a 300-500 metri anche sulla Sila in Calabria. Più moderato il fenomeno nevoso a L'Aquila e nei centri della Marsica con temperature al di sotto dello zero solo a Campo Imperatore, nella stazione sciistica del Gran Sasso, dove la minima ha toccato i meno 11 gradi. Molise imbiancato sopra gli 800 metri mentre forti temporali si sono abbattuti tra Lazio e Campania. Neve ai Castelli e in Ciociaria e nevischio nella zona Nord di Roma. Spruzzata di neve sul Vesuvio e qualche fiocco anche nella provincia di Napoli. Qualche disagio a Fiumicino dove alcuni voli in partenza hanno registrato ritardi.

Regolare il traffico ferroviario nazionale salvo qualche rallentamento nel nodo di Bologna e sulla direttrice Milano - Bologna. Nel Sassarese sono stati impiegati i mezzi spargisale dell'Anas per agevolare la circolazione stradale sulla Carlo Felice, la principale arteria della Sardegna, rallentata dalle gelate. Le previsioni dicono che in serata, da Nord-Est, è prevista altra aria fredda che porterà neve diffusa sul Friuli, sul Veneto e ancora sull'Emilia. Domani e venerdì l'impulso polare potrebbe scendere verso il Mediterraneo e dare forza al maltempo al centro-sud e sulle isole maggiori. Sabato terza ondata di freddo invernale, con una nuova forte perturbazione atlantica che porterà pioggia e tantissima neve specie al Nord tra Lombardia e Piemonte, Alpi, Emilia e Liguria.

Leggi tutto