Maltempo: giovedì 17 aria polare, sabato nuova perturbazione

Freddo sulla Penisola, Firenze. Foto d'archivio
1' di lettura

E' iniziata la settimana di Morgana, ciclone mediterraneo alimentato dall'aria gelida presente sulla Russia in questo periodo dell'anno. Nuvole e pioggia sulla penisola, neve al Nord

Nuova ondata di freddo e precipitazioni anche nevose. E' quello che ci aspetta anche per i prossimi giorni. E' infatti iniziata la settimana di Morgana, tipico ciclone mediterraneo alimentato dall'aria fredda polare spinta dall'Orso Siberiano, un enorme serbatoio di aria gelida presente sulla Russia in questo periodo dell'anno.

Mercoledì 16 gennaio, al Nord ci sarà un'alternanza di schiarite ed annuvolamenti con rovesci occasionali dalla Lombardia al Triveneto. Al Centro e al Sud, il tempo sarà nuvoloso con piogge e rovesci diffusi sulle zone appenniniche e adriatiche. Le temperature saranno in generale diminuzione su tutta la penisola. E il tempo non migliora nemmeno giovedì 17, che sarà caratterizzato da aria polare mentre sabato ci sarà una nuova perturbazione.

Giovedì 17 gennaio - Velature su Piemonte e Valle d'Aosta in assenza di precipitazioni; cielo coperto sulle restanti regioni con precipitazioni nevose fino in pianura, persistenti sull'Emilia-Romagna per l'intera giornata.
In Sardegna il cielo sarà nuvoloso, ma le precipitazioni saranno poche. Nuvolosità diffusa, invece, sulle regioni peninsulari con precipitazioni, nevose a quote superiori ai 500 metri ma con quota neve in rapida discesa verso la pianura su Toscana, Umbria e Marche. Nel pomeriggio tenderanno ad aumentare di intensità i fenomeni sull'Abruzzo con abbassamento della quota neve.
In Sicilia e nel Sud, in generale, si registrerà diffusa nuvolosità con precipitazioni sparse, persistenti e anche a carattere temporalesco sulle aree tirreniche della Calabria, Basilicata e Campania meridionale.
Temperature minime in diminuzione al Centro-Nord, in aumento al Sud; massime in diminuzione al Centro, in aumento al Sud, stazionarie al nord.

Venerdì 18 - Tendenza al miglioramento sulle regioni settentrionali prima e su quelle centrali tirreniche poi; ancora diffusa nuvolosità sul resto della penisola con precipitazioni più diffuse sulle regioni centrali adriatiche e su quelle meridionali del basso Tirreno. Nevicate fino in pianura sull'Abruzzo, a quote intorno ai 300-500 sul resto del centro, a quote superiori al sud.

Sabato 19 - Generale miglioramento nella prima parte del giorno, ma con nuovo peggioramento sulle regioni nord-occidentali dal pomeriggio, come pure sulle regioni centrali tirreniche e sulle due isole maggiori. Temperature massime in lieve aumento, in diminuzione le minime della notte.

Domenica 20 e lunedì 21 - Spiccata variabilità per il passaggio di due fronti atlantici che apporteranno delle precipitazioni in movimento da nord-ovest verso sud-est.

Leggi tutto