Scontri a Roma: sei condanne per l'assalto a un blindato

1' di lettura

Sei anni di reclusione a ognuno degli imputati: è questa la sentenza per l'attacco alla camionetta dei carabinieri avvenuto il 15 ottobre 2011 durante la manifestazione degli Indignati in piazza San Giovanni. Alemanno: "Sentenza giusta"

Sono stati condannati a sei anni di reclusione, con rito abbreviato, i sei autori dell'assalto al blindato dei carabinieri avvenuto il 15 ottobre del 2011, nel corso della manifestazione degli Indignati a piazza San Giovanni a Roma.  I condannati sono accusati di devastazione, saccheggio e resistenza e lesioni a pubblico ufficiale pluriaggravata.

La Procura aveva chiesto 8 anni - I condannati si trovano attualmente agli arresti domiciliari. Nei loro confronti la Procura aveva sollecitato una condanna a 8 anni.
I sei erano stati arrestati nell'aprile dello scorso anno al termine di una indagine condotta dagli agenti della Digos di Roma e dai carabinieri del Ros.
Nell'azione contro il blindato, poi dato alle fiamme, i manifestanti aggredirono anche il conducente colpendolo al volto con dei bastoni.
Il gup ha inoltre disposto una provvisionale per il risarcimento del danno di trentamila euro ciascuno per il carabiniere aggredito e il ministero della difesa.

Alemanno: "Sentenza giusta" - Sentenza "giusta" che "rappresenta un risarcimento morale all'Arma e a tutti i cittadini romani. Sei anni sono un giusto monito per tutti coloro che scambiano il diritto di manifestare con quello di  indirizzare le propria violenza contro le forze dell'ordine nella città di Roma" il commento del sindaco Gianni Alemanno.

Leggi tutto