Maltempo: neve al Nord, pioggia al Centro-Sud

La prima neve a Milano, cominciata a cadere copiosamente nel pomeriggio di venerdì 7 dicembre (Fotogramma)
1' di lettura

Sull'Italia arriva una perturbazione di origine nord-atlantica. Le temperature virano verso il basso. Milano è già imbiancata (FOTO), mentre sulle regioni meridionali sono attesi temporali. SEGUI LE PREVISIONI METEO

Una perturbazione di origine  nord-atlantica, portatrice di aria molto fredda, sta interessando il nostro Paese e nel corso del week-end determinerà,  in rapida successione, precipitazioni anche temporalesche sulle regioni centrali, nevicate a quote molto basse su gran parte del Centro-Nord e un generale rinforzo della ventilazione dai quadranti  settentrionali. A Milano già nella sera di venerdì ha iniziato a cadere la neve imbiancando la città. Sulla base delle previsioni disponibili il Dipartimento della  Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. L'avviso prevede dalla sera di venerdì precipitazioni anche a carattere di rovescio o temporale su Umbria e Lazio e in successiva estensione sulla Campania.

Da sabato neve anche al centro
- Dalla mattinata di sabato, si prevedono poi precipitazioni a  prevalente carattere di rovescio o temporale su Basilicata, Calabria, Sicilia, con particolare riferimento ai settori tirrenici e sulla Sardegna. I fenomeni potranno dar luogo a rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento. L'avviso, inoltre, prevede dalla sera-notte di venerdì, nevicate al di sopra degli 800-1.000 metri, con apporti al suolo da moderati a elevati su Umbria, Lazio orientale e Abruzzo. Dalla mattinata di sabato, prosegue la nota, si  prevede poi la persistenza di nevicate, fino a quote di pianura, sui  settori centro-orientali dell'Emilia Romagna, con apporti al suolo  localmente moderati. Dal pomeriggio di sabato poi si attendono nevicate,  generalmente moderate, inizialmente a quote collinari, in abbassamento fino ai livelli di pianura, su Toscana orientale e Marche, in  estensione a Umbria e Abruzzo e successivamente a Lazio orientale,  Molise e Puglia settentrionale.

Possibili mareggiate
- Dalla sera di sabato si prevedono nevicate al di sopra dei 600-800 metri, in calo fino ai 300-500 metri su Campania orientale e  Basilicata, e al di sopra degli 800-1.000 metri - in successivo calo  fino a 400-600 metri - su Calabria e Sicilia, con apporti al suolo  generalmente moderati. Dalla mattina di sabato si prevedono anche  venti da forti a burrasca dai quadranti settentrionali, con raffiche  fino a burrasca forte, su Marche, Umbria, Abruzzo, Lazio, Molise,  Campania, Basilicata, Puglia, Calabria e Sicilia. Saranno possibili  mareggiate lungo le coste esposte. Alla luce delle previsioni disponibili, in concomitanza con il  fine settimana dell'Immacolata, si raccomanda la massima prudenza  nella guida a quanti si trovassero in viaggio nelle zone interessate  dal maltempo. Il Dipartimento della Protezione Civile seguirà  l'evolversi della situazione in contatto con le prefetture, le regioni e le locali strutture di protezione civile.

Leggi tutto