Agguato in una materna a Scampia, le proteste dei genitori

1' di lettura

Il giorno dopo l'assassinio nel cortile di un asilo di un uomo considerato vicino al clan Abbinante degli Scissionisti, le madri degli allievi sfogano la propria rabbia: "Siamo completamente abbandonati"

“E’ vergognoso che questo quartiere non venga sorvegliato. Ieri hanno rischiato di far morire qualche bambino. Siamo completamente abbandonati”.
E' solo uno degli sfoghi delle madri dei bambini che frequentano l'istituto di Scampia dove è stato freddato Luigi Lucenti, ucciso dopo un inseguimento proprio nel cortile della scuola materna del quartiere napoletano.
"È un quartiere dove se ti fai i fatti tuoi vivi bene, se non lo fai non vivi bene, allora fai finta di non vedere niente", aggiunge un altro residente a SkyTG24.
Intanto le indagini degli inquirenti proseguono: dalle prime ore del mattino di giovedì 6 dicembre carabinieri, polizia e Guardia di Finanza, in un' operazione coordinata, stanno setacciando una vasta porzione di territorio dei quartieri di Scampia e Secondigliano, ed i vicini Comuni di Casoria e Melito.

Leggi tutto