Maltempo fino all'Immacolata, Veneto sotto zero

1' di lettura

Dopo settimane di clima mite e piovoso, l'Italia si è svegliata in inverno,con un brusco calo delle temperature e neve anche in collina. Temperature record ad Asiago, dove nella notte il termometro ha toccato -10,5 gradi. Allerta a Firenze

Dopo settimane di clima mite e piovoso, l'Italia si è svegliata in inverno, con un brusco calo delle temperature e neve anche in collina, situazione che resterà tale fino all'Immacolata. E  nell’ondata di freddo che ha colpito tutto il Paese è il Veneto a stabilire i primi record stagionali. A Cortina d'Ampezzo questa notte si sono registrati -8,1 gradi ma, secondo l'Agenzia regionale per l'ambiente del Veneto (Arpav), la temperatura più bassa è stata quella di Asiago (Vicenza) dove il termometro ha segnato un -10,5. Altre minime di tutto rilievo, nel bellunese, ad Arabba (-8,5); Falcade (-8) e Santo Stefano di Cadore (-7,8). Dai 500-600 metri di quota, a salire, previste nuove nevicate. Da domani - secondo l'Arpav – tornerà il sole ma le minime rimarranno stabili in linea con quelle odierne.

Ma spostandosi al Centro le cose non vanno meglio. La Regione Toscana ha emesso un'allerta meteo, valida per tutto il territorio della provincia di Firenze, esclusa la zona dell'alto mugello, dalle ore 8 alle ore 23 di oggi 4 dicembre, per precipitazioni diffuse a prevalente carattere di rovescio o temporale anche di forte intensità.

Intanto dal porto di Livorno è stata annullata la corsa prevista per stamani del traghetto 'Liburna' per l'isola di Capraia a causa delle avverse condizioni meteo marine: venti oltre 30 nodi, con raffiche da 44 km e mare molto mosso con onde di oltre 4 metri. Per la Capitaneria di porto non si registrerebbero invece al momento problemi di collegamento con l'isola d'Elba: da Piombino (Livorno) le partenze sarebbero regolari.

Leggi tutto