Maltempo, tromba d'aria a Taranto. Crolli e feriti all'Ilva

1' di lettura

Danni alle acciaierie pugliesi. Cade una gru in mare: un disperso. Difficoltà e rallentamenti a Firenze (FOTO), evacuate decine di persone in Toscana e Liguria. Protezione civile: allerta in tutto il Paese. TUTTI GLI AGGIORNAMENTI E LE PREVISIONI

Pioggia e maltempo in tutta Italia stanno causando danni e disagi. L'episodio più grave si è verificato a Taranto, dove una tromba d'aria si è abbattuta sulla fabbrica dell'Ilva, provocando il crollo di un camino e di un capannone ( foto ). Diversi i feriti, alcuni anche in modo serio. Disperso un operaio, che si trovava in cima ad una gru caduta in mare.
Al Centro Nord, invece, una perturbazione ( le previsioni ) sta creando interruzioni alla circolazione in diverse zone. Nelle ore scorse, la Protezione civile aveva diramato un'allerta in Liguria, Lazio e Toscana . E proprio in quest'ultima regione sono state registrate le maggiori conseguenze, con decine di persone evacuate dalle loro abitazioni. A Firenze, nella serata di martedì 27 novembre, la pioggia ha creato difficoltà alla circolazione ( foto ). Non va meglio in altre zone della regione.
Allerta anche Venezia, dove il fenomeno dell'acqua alta potrebbe arrivare a 110 centimetri. Piani di emergenza pronti nel vicentino e soprattutto a Genova, dove il sindaco ha firmato l'ordinanza per tenere chiuse alcune scuole. Forti temporali sono previsti pure in Friuli, Marche, Lazio e Campania.

Tutti gli aggiornamenti:

19.49 A Vicenza allarme rientrato - Maltempo, la fase critica è cessata. Lo comunica l'unità di crisi coordinata dal sindaco Variati dopo aver ricevuto dalla Regione l'ultimo modello previsionale. Il Bacchiglione raggiungerà al massimo 4 metri e 50 centimetri alle 2 di questa notte. A nord, inoltre, le previsioni meteorologiche sono in netto miglioramento. Con un sms l'amministrazione comunale ha informato i 3800 utenti del servizio di emergenza, precisando che manterrà per tutta la notte un monitoraggio prudenziale.  Rimane in funzione, per eventuali emergenze, il numero verde 800281623 e quello della polizia locale

19.28 Crollato un campanile nel pistoiese - Un fulmine ha colpito e fatto crollare in parte il campanile della basilica cinquecentesca di Massa  e Cozzile , in provincia di Pistoia. I vigili, rende noto la Regione  Toscana, sono intervenuti per mettere in sicurezza la zona ed hanno  evacuato quattro famiglie che vivevano a ridosso della basilica. Per  il resto, nel Pistoiese si registrano piccole frane diffuse con operai al lavoro fin da stamane, qualche allagamento e alcune strade  interrotte, soprattutto dove attraversano fossi quasi colmi.


18.46 Non ci sono valori anomali a Taranto
- Il dirigente dell'Arpa Puglia, nel corso della riunione del centro coordinamento soccorsi presieduta dal Prefetto di Taranto Claudio Sammartino, ha reso noto che non  sono stati riscontrati valori anomali in atmosfera anche perche' hanno prontamente  funzionato i sistemi di sicurezza interni all'Ilva

18.02 Prevista l'alta marea a Venezia - Con un sms inviato agli oltre 44 mila iscritti al servizio e con l'aggiornamento delle previsioni in segreteria telefonica e del bollettino sulle proprie pagine Internet,  l'Istituzione Centro Previsioni e Segnalazioni Maree ha aggiornato al  ribasso - 110-115 cm anziche' 130 - la previsione della punta massima  di marea per questa sera alle ore 23.20. La nuova previsione e'  motivata dal cambio della direzione del vento nel quadro  dell'evoluzione dell'area depressionaria.

17.30 Due torrenti tracimati nel bolognese
- Due torrenti del Bolognese, il Samoggia e il Santerno, sono tracimati dopo le piogge delle ultime ore. Il Samoggia ha tracimato all'altezza della frazione Badia di Santa Maria in Strada del Comune di Anzola dell'Emilia, interessando i terrenti adiacenti. Il Santerno, invece, ha tracimato all'altezza della via Tirassegno del Comune di Imola,.


17.25 La tromba d'aria a Taranto ripresa dallo smartphone -



16.50 Protezione civile: allerta in tutto il Paese -
La perturbazione atlantica che sta interessando l'area mediterranea centrale continuerà a determinare "un'intensa fase di maltempo su gran parte del Paese, con rovesci e temporali al centro-sud, precipitazioni diffuse al nord e forte ventilazione". Ad annunciarlo è il dipartimento della protezione civile che ha emesso, pertanto, un ulteriore avviso di condizioni meteo avverse, che integra ed estende quelli già diffusi nei giorni scorsi.

15.50 Massa Carrara e Grosseto, anche domani scuole chiuse -
Scuole chiuse domani in alcune aree della Toscana colpite dal maltempo. In particolare a Massa e  Carrara gli istituti saranno chiusi anche domani. Gli stessi provvedimenti anche nella Provincia di Grosseto, dove le scuole sono rimaste chiuse oggi. Gli istituti non riapriranno neppure domani nei  territori di Capalbio, Fonteblanda e Albinia, quest'ultima nuovamente  colpita dalle piogge torrenziali, che hanno causato l'evacuazione di  50 persone dalle loro abitazioni.

14.23 Quattro morti in incidente in Puglia
- Sono morte quattro persone in uno scontro frontale tra auto che si è verificato poco fa lungo la provinciale che collega Ceglie Messapica con Francavilla Fontana, in contrada Bax. Causa del disastro - secondo primi accertamenti - sarebbero stati il vento forte e la pioggia che si stanno abbattendo sul Brindisino.

14.10 A Grosseto riaperta l'unità di crisi - Nuova ondata di maltempo, nel Grossetano, a pochi giorni dall'ultima alluvione. E' stata riaperta l'unità di crisi che, riunita fin dal 12 novembre, aveva concluso il suo lavoro il 24. E' nella zona di Manciano, in particolare a Quarto Albegna e a Marsiliana, la situazione più pesante: molte famiglie, alcune delle quali erano già state costrette a lasciare le loro case 15 giorni fa, sono state evacuate. Il livello del fiume Albegna sta ora calando ma nelle scorse ore c'è stato il forte rischio di un'esondazione. La strada tra Fonteblanda e Magliano in Toscana è chiusa.

14.08 Riapre raccordo Firenze - Siena - L'Anas comunica che sul raccordo autostradale Siena-Firenze è stato riaperto al traffico il tratto della carreggiata in direzione Siena compreso tra gli svincoli di Bargino e Tavarnelle, in provincia di Firenze, precedentemente chiuso a causa di un allagamento. Nel tratto stradale, il traffico è di nuovo regolare.

13.58 Emiliano ai baresi: "Restate a casa" - Il sindaco di Bari, Michele Emiliano, invita la cittadinanza a restare al coperto e a prendere tutte le precauzioni del caso almeno sino alle 14.15-15.00 a causa del possibile rischio di arrivo della tromba d'aria che ha interessato l'area di Taranto. La Capitaneria di porto di Bari ha già informato i naviganti dello stato di allerta.

13.56 Sindaco smentisce ipotesi vittime - "Aspettiamo notizie del 118, ufficialmente in questo momento non ci sono vittime" lo ha dichiarato il sindaco di Taranto Ezio Stefano intervenendo in diretta su Telenorba news.

13.45 Un disperso a Taranto - L'Ilva, in una nota, conferma che "un dipendente, che era alla guida di una gru caduta in mare, risulta disperso. Al lavoro i sommozzatori di Bari". Nella nota si precisa che "tutte le emissioni dell'azienda sono sotto controllo".

13.24 Forse vittime a Taranto - "Si parla di tre vittime, ma non abbiamo certezze" ha detto il sindaco di Taranto, prima di recarsi al vertice in prefettura

13.05 Taranto, colpita una scuola: bimbi feriti lievemente -
Nella cittadina di Statte, a ridosso delll'Ilva, la tromba d'aria ha investito una scuola: sei bambini sono rimasti feriti in modo lieve e sono ora nell'ospedale 'Moscati' di Taranto dove vengono medicati. Lo riferisce il responsabile della protezione civile regionale, l'assessore Fabiano Amati. In tutto negli ospedali, compresi i bambini, dovrebbero esserci, secondo Amati, 18 persone: la vita
di nessuna di loro sarebbe in pericolo.

12.40 Taranto, crolla una gru: feriti nell'area portuale -
Quattro persone sono rimaste ferite nell'area portuale di Taranto a causa del crollo di una gru utilizzate per la movimentazione delle merci. Si tratta di due operai che erano sulla struttura finita in pezzi, ed altri due che invece si trovavano nell'area sottostante. Le condizioni dei primi due sono definite dai sanitari più serie, ma non sarebbero in pericolo di vita. Intanto sono in corso le ricerche di un eventuale disperso, sempre nell'area portuale, che sarebbe finito in acqua a causa del fortissimo vento.

12.25 Ilva, vicino al camino spezzato si levano fiamme -
In prossimità di un camino dell'Ilva si vedono levarsi fiamme, forse prodotte dal fulmine che ha colpito la ciminiera. Le fiamme si levano in vicinanza del camino delle batterie uno e tre che è stato spezzato dalla tromba d'aria. Molte lamiere sollevate da impianti Ilva bloccano le strade adiacenti

12.10 Ilva: crolli ma nessun ferito -
La tromba d'aria che si è abbattuta sull'Ilva ha provocato il crollo di un capannone all'imbarco prodotti e della torre faro, è crollato anche il camino delle batterie uno e tre. Lo rende noto l'Ilva in una nota nella quale afferma che "al momento non si hanno notizie di infortuni" e che "non c'è evacuazione".

11.46 Crolli e feriti all'Ilva -
Una tromba d'aria ha provocato il crollo del camino delle batterie 1 e 2 dello stabilimento Ilva di Taranto. Sono caduti diversi quintali di cemento e vi sono alcuni feriti. La direzione ha disposto immediatamente l'evacuazione dello stabilimento. Sul posto ci sono diverse ambulanze, mezzi dei vigili del fuoco, carabinieri e polizia.

11.41 Danni all'Ilva - -
Danni si sono verificati questa mattina all'Ilva di Taranto a causa del maltempo che si è abbattuto sulla città.

11.27 Tromba d'aria a Taranto -
Una violenta ondata di maltempo si è abbattuta su Taranto e una tromba d'aria ha causato il crollo di un camino di una 'cokeria' dell'Ilva, che fortunatamente non ha provocato danni alle persone. A causa del forte vento, nell'area portuale adibita al carico e scarico del materiale del siderurgico, sono crollati anche alcuni caricatori .

10.52 Il sindaco di Carrara: "Situazione pesante" -
"La situazione è pesante. Abbiamo dodici punti di crisi sul territorio sui quali sono presenti tecnici e volontari della Protezione civile" racconta a SkyTG24 il sindaco di Carrara Angelo Zubbiani.

10.41 Stop ai collegamenti nel Golfo di Napoli -
Un forte vento di scirocco forza 8 ed un mare molto mosso (forza 5-6) ha di fatto bloccato tutti i collegamenti marittimi nel golfo di Napoli. I mezzi veloci (aliscafi, jet e catamarani) non sono partiti così come i traghetti fermi in banchina. Le condizioni meteo-marine sono date in peggioramento.

10.01 Salgono a 81 le persone evacuate a Massa Carrara -
Salgono a 81 persone le persone evacuate a Massa Carrara in seguito alle forti e intense piogge che stanno flagellando il territorio della provincia Toscana da questa notte. Tre le persone che hanno dovuto lasciare la propria casa a Massa in località Romagnano; 28 a Carrara in seguito all'esondazione del torrente Carrione e del Parmignola che hanno causato una serie numerosa di allagamenti, e 50 in Lunigiana, nella frazione di Monzone dove il fiume Lucido ha rischiato di tracimare minacciando alcune case.

09.55 Grosseto, chiuse numerose strade provinciali - Numerose strade chiuse nel grossetano dopo la nuova ondata di maltempo. La Provincia di Grosseto questa mattina ha segnalato diciannove tratti di viabilita' interdetti al traffico dopo allagamenti, fango o frane.

09.42 Acqua alta a Venezia -
Acqua alta sì, ma meno sostenuta del previsto: un'attenuazione del vento ha fatto abbassare all'Istituzione Centro Previsione e Segnalazione Maree del comune di Venezia le previsioni per le 9 e 40 di stamattina da 130 a 110 centimetri, il limite basso delle maree molto sostenute. Resta per il momento invece confermato il picco di 130 centimetri previsto per le 23.20 di stasera.

09.20 Bergamasco, cade un masso. Due famiglie sfollate -
Due famiglie sono state sfollate dalle loro case dopo che un grosso masso si è staccato dalla montagna e ha sfondato il tetto di un vicino magazzino, sfiorando una delle abitazioni. Succede a Catremerio di Brembilla, nel bergamasco, dove esattamente dieci anni fa un enorme smottamento di terreno avvenuto durante un periodo di forti piogge aveva fatto crollare alcune villette. Le sei persone dovranno restare fuori casa due settimane, fino alla messa in sicurezza del versante montuoso da cui si è staccato il masso.

08.45 Anas: disagi al traffico in Toscana, Piemonte e Liguria -
Il maltempo che ha colpito il settore tirrenico del Nord Italia sta creando disagi alla circolazione in Liguria, Toscana e Piemonte. La strada statale Aurelia, comunica l'Anas in una nota , è chiusa in più punti: in Liguria nel tratto compreso tra il km 389 e il km 390, in entrambe le direzioni, a causa dell'esondazione di un torrente in località Sarzana (SP), e in Toscana, per l'esondazione del torrente Parmignola, in entrambe le direzioni dal km 388,600 al km 388,900 (nei pressi del Bivio per Ortonovo), in provincia di Massa Carrara. Deviazioni in loco. In Piemonte, infine, " al km 23,350 della strada statale 21 "del Colle della Maddalena" è istituito un senso unico alternato regolato da impianto semaforico a causa di una frana" precisa l'Anas.

8.15 A Firenze tutto regolare - "Non si registrano precipitazioni sul territorio della provincia di Firenze". E' quanto comunica la Protezione civile della provincia del capoluogo toscano. Il livello idrometrico del torrente Mugnone risulta stabile sotto il primo livello di riferimento. Il personale del servizio di Piena e della Protezione civile della provincia continua il monitoraggio sul territorio. Sono state risolte le criticità sulla viabilità del comune di Firenze e, tutte le strade di competenza provinciale, sono transitabili. Le strade comunali via Villamagna nel Comune di Bagno a Ripoli e via Castellana, nel Comune di Incisa Val d'Arno, risultano chiuse per una frana.

8.01 In Toscana e Liguria evacuate 49 persone - Disagi in provincia della Spezia per la forte pioggia della notte. Al confine tra Liguria e Toscana è nuovamente esondato il torrente Parmignola, che era uscito dagli argini già due settimane fa. Allagamenti si registrano soprattutto nelle località di Ortonovo e Marinella di Sarzana. Decine gli interventi dei Vigili del fuoco anche in centro città per allagamenti. Hanno trascorso la notte fuori casa 49 persone evacuate precauzionalmente ieri sera a Borghetto Vara. Torneranno a casa alle 18, alla fine dell'allerta meteo 1.

06.56 Riattivato un binario della linea Genova -Pisa, ancora disagi - E' stato riattivato il binario sud della linea ferroviaria tra Massa Centro e Carrara Avenza, sulla linea Genova-Pisa, che era stata interrotta nella notte a causa del maltempo. Ma la circolazione, rende noto Rfi, è ancora rallentata fra Pisa e La Spezia. L'interruzione si era resa necessaria a causa dell' esondazione dei torrenti Carrione e Parmignola a Carrara: il traffico è stato sospeso dalle una della trascorsa notte e le sei.

06.02 Carrara, esonda torrente, evacuate alcune case - L'esondazione del torrente Carrione ha causato allagamenti in alcune zone di Carrara, una delle aree gia colpite dall'alluvione di poco più di due settimane fa. Almeno una ventina le persone evacuate dalle case, aiutate dai vigili del fuoco che stanno operando con i natanti dei reparti fluviali fatti arrivare anche da Firenze e da Lucca. Tante le richieste di soccorso nella notte, giunte soprattutto da disabili e anziani per lasciare le loro.

05.47 Stop per la linea ferroviaria Genova-Pisa -
Stop per la linea ferroviaria Genova-Pisa e la strada statale Aurelia nei pressi di Carrara a causa del maltempo: il torrente Parmignola è infatti esondato causando allagamenti nella zona, ma è soprattutto il rischio di frane per un terrapieno della ferrovia e di stabilità per un ponte ad aver consigliato di interrompere le due linee di comunicazione. L'area infatti è quella in cui la linea ferroviaria e la Aurelia corrono parallele, a nord di Carrara.

Leggi tutto