Violenza sulle donne, 113 vittime in Italia dal 2012

1' di lettura

Il 25 novembre è la giornata mondiale contro questa barbarie. Decine di iniziative in tutta Italia. La data fu scelta in ricordo del brutale assassinio del 1960 delle tre sorelle Mirabal

La giornata mondiale contro la violenza sulle donne, che si celebra il 25 novembre, "non deve essere una ricorrenza retorica e in qualche modo rituale". Contro la barbarie del femminicidio - sono 113 le donne uccise da inizio anno, di cui 73 dal proprio partner - sono tante le organizzazioni che in Italia, ma anche nel resto del mondo, celebreranno la ricorrenza rilanciando iniziative e progetti.

Ogni anno vengono uccise 120 donne - Quella sulle donne è la forma di violenza più diffusa, senza confini di ambiente, religione, censo, cultura e nazionalità. Lo dimostra la statistica e lo conferma la cronaca. In Italia sono mediamente 120 - ha sottolineato Gabriella Battaini Dragoni, vice Segretaria Generale del Consiglio d'Europa - le donne che ogni anno vengono uccise dalla violenza. E una donna su tre subisce violenza fisica o sessuale nel corso della propria vita. Secondo le anticipazioni dei dati 2012 di Telefono Rosa questo tipo di abusi ha raggiunto l'85% di tutte le violenze, il 3% in più del 2011. E aumentano i casi di figli che assistono alle violenza in casa ai danni delle madri: dal 75% del 2011 all'81% di quest'anno. "Si tratta di un dato - commenta l'associazione - che dà immenso dolore e tristezza". Questi bambini e ragazzi "saranno terribilmente segnati".

25 novembre, la giornata internazionale contro le violenze - E' nel 1999 che l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha designato il 25 novembre come la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, invitando i governi, le organizzazioni internazionali e le Ong ad organizzare attività volte a sensibilizzare l'opinione pubblica in quel giorno.
La data fu scelta in ricordo del brutale assassinio del 1960 delle tre sorelle Mirabal, considerate esempio di donne rivoluzionarie per l'impegno con cui tentarono di contrastare il regime di Rafael Le¢nidas Trujillo (1930-1961), il dittatore che tenne la Repubblica Dominicana nell'arretratezza e nel caos per oltre 30 anni.

Leggi tutto