Roma, aggressione contro i tifosi del Tottenham: due arresti

1' di lettura

Due ultrà romanisti sono stati fermati perché ritenuti tra i responsabili del raid, compiuto nella notte tra il 21 e il 22 novembre e che potrebbe avere una matrice antisemita. Feriti 10 supporter inglesi arrivati per la sfida contro la Lazio: uno è grave

Due tifosi della As Roma sono stati arrestati a seguito dello scoppio di una violenta rissa, mercoledì 21 novembre in un pub del centro della capitale, nella quale sono rimasti feriti dieci sostenitori del Tottenham, squadra britannica che all'Olimpico affronta la Lazio in Europa League. I due giovani, di 25 e 26 anni, sono accusati di rissa e lesioni aggravate. L'aggressione, che potrebbe avere anche motivi di razzismo - dato che la squadra londinese ha molti tifosi anche nella comunità ebraica d'oltremanica - è avvenuta intorno all'una di notte in un pub della zona di Campo De' Fiori, uno dei luoghi della "movida" romana, il "Drunken Ship", gestito da un americano (foto).

10 feriti, 15 fermati - Gli agenti hanno fermato 15 persone, tutte italiane. Secondo testimoni gli aggressori, che sembravano aver pianificato l'attacco, erano armati di mazze e portavano caschi e passamontagna. I feriti sono nove britannici, tra questi un 25enne inglese che, accoltellato a una coscia durante il raid versa in gravi condizioni, e uno statunitense.

Tra le ipotesi anche motivi di antisemitismo - Un funzionario della polizia, che preferisce restare anonimo, dice che si sta indagando anche su "motivazioni razziali".
A ottobre la Lazio è stata multata di 40.000 euro per cori razzisti contro alcuni giocatori neri del Tottenham durante una partita giocata a settembre a Londra. D'altra parte, nessuno dei testimoni pare abbia notato indosso agli aggressori sciarpe o cappelli riconducibili alla squadra biancoceleste, impegnata all'Olimpico contro il Tottenham per l'Europa League. La Lazio in una nota rileva: "Gli aggressori si sono presentati nel locale indossando caschi che ne hanno impedito, allo stato, il riconoscimento, per cui attribuire loro appartenenza alla tifoseria della Lazio è affermazione destituita di ogni fondamento".

L'aggressione - I tifosi della squadra inglese sono stati aggrediti intorno all'una e mezza di notte, tra mercoledì 21 e giovedì 22 novembre, in un pub in piazza Campo de Fiori, il "Drunken Ship". Alcuni uomini sono entrati nel locale con il volto coperto da caschi e hanno assalito gli inglesi, dieci dei quali sono stati medicati negli ospedali Fatebenefratelli all'isola Tiberina e San Camillo.
Il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, ha detto: "Mi auguro che la polizia e gli inquirenti trovino i responsabili, perché evidentemente c'è una banda di pazzi e delinquenti che si aggira, coprendosi dietro il tifo e questo non è ammissibile".

Leggi tutto