Camorra, rinvio a giudizio per Nicola Cosentino

1' di lettura

L'ex sottosegretario all'Economia è accusato di aver favorito il clan dei Casalesi per la realizzazione di un centro commerciale nel casertano. L'esponente del Pdl è già sotto processo a Santa Maria Capua Vetere

Corruzione e reimpiego di capitali illeciti, reati aggravati dall'aver agito per favorire il clan del Casalesi. Con questa accusa il deputato del Pdl Nicola Cosentino, ex sottosegretario all'Economia, è stato rinviato a giudizio dal gup di Napoli Eduardo De Gregorio che ha accolto la richiesta del pm Antonello Ardituro. La vicenda è relativa alla costruzione di un centro commerciale nel casertano, "Il principe"; l'ex sottosegretario all'Economia, secondo la tesi dell'accusa, fece pressioni su vertici di Unicredit per la concessione di un fido agli imprenditori costruttori.

La prima udienza del processo si terrà il 23 gennaio prossimo davanti al collegio A della I sezione penale del tribunale di Napoli. Cosentino è stato prosciolto dal gup per il reato di violazione della legge bancaria e per quello di falso. L'esponente del Pdl è già sotto processo presso il tribunale di Santa Maria Capua Vetere per concorso esterno ad associazione di stampo mafioso, per aver agevolato ditte vicine al clan dei casalesi nello smaltimento rifiuti.

Leggi tutto