Emergenza maltempo, una vittima nel grossetano

1' di lettura

Il corpo di un uomo è stato trovato in un'auto travolta dall'acqua a Chiarone, nel comune di Capalbio. Martedì attesa la piena del Tevere a Roma. Clini: "Urgente un piano di manutenzione del territorio"

L'ondata di maltempo che sta colpendo l'Umbria, la Toscana e il Lazio ha la sua prima vittima. Nel grossetano, a Chiarone, nel comune di Capalbio, è stato trovato il corpo di un uomo all'interno di un'automobile travolta dall'acqua. Intanto la pioggia continua a impervesare sull'Italia centrale (LE PREVISIONI METEO) provocando allagamenti, smottamenti e black out. (LE FOTO)
Alcune famiglie sono state evacuate nel perugino, vicino al fiume Nestore; nei pressi di Orvieto decine di persone, rimaste bloccate sui tetti delle case e dei capannoni industriali per l'esondazione del Paglia, sono state soccorse grazie all'impiego di elicotteri e gommoni (foto). In provincia di Perugia la rete idrografica è al limite della capienza di deflusso: molte le strade chiuse in tutta la regione. In Toscana è straripato l'Albegna e il torrente Elsa; allagamenti anche all'isola del Giglio. A Roma, il Tevere ha superato il livello delle banchine: l'ondata di piena del fiume arriverà in città martedì 13 intorno all'ora di pranzo.
Gravi disagi nella circolazione ferroviaria e stradale: i binari ferroviari sono stati allagati in Umbria in prossimità della stazione di Fabro e problemi sono stati registrati nella circolazione ferroviaria sulla linea Orte-Chiusi; sospesa la linea ferroviaria Tirrenica nei pressi di Grosseto (il comunicato di Ferrovie dello Stato). Chiusa la statale 1 Aurelia nel grossetano e nell'alto Lazio (il traffico in tempo reale).

Tutti gli aggiornamenti:

ore 20.01 Salvata, da alla luce una bambina -
Salvata in extremis da un elicottero dei vigili del fuoco, poche ore dopo in ospedale dà alla luce una bambina. E' accaduto a Marsiliana, in Maremma, in una delle zone più colpite dall'ondata di maltempo. Il parto è avvenuto all'ospedale "Misericordia" dI Grosseto. E sempre nel grossetano, nelle stesse ore i vigili hanno tratto in salvo anche un bimbo di appena un mese.

ore 19.45  Oltre 2000 gli interventi di soccorso -
Sono circa 2000 gli interventi di soccorso effettuati dagli 865 vigili del fuoco impegnati da ieri per l'ondata di Maltempo che ha colpito il centro-nord. Gli interventi più difficili in provincia di Grosseto, dove sono 22 le persone salvate dagli elicotteri dei vigili del fuoco. Tra i recuperi effettuati quello di un bambino di un mese e, a Marsiliana, in Maremma, di una donna incinta che ha partorito una bimba poco dopo esser stata trasportata all'ospedale Misericordia di Grosseto. Secondo i vigili del fuoco, i centri più colpiti sono Borgo Carige, Chiarone Scalo, Capalbio, Orbetello, Albinia, Torre Palazzi e Manciano. Per contribuire ai soccorsi sono arrivati nel grossetano anche squadre dei vigili del fuoco del Lazio e delle altre province della Toscana. Situazione difficile anche nel viterbese, dove ci sono stati oltre cento interventi, e in Umbria, in provincia di Perugia dove è esondato il fiume Elsa in località Marsciano e in quella di Terni, dove sono 140 gli interventi dei vigili soprattutto nella zona di Orvieto dove è esondato il Paglia.

ore 19.11 La Ue stanzia i fondi per gli alluvionati del 2011-
La Commissione europea "ha accolto la richiesta dello Stato italiano di stanziare 18 milioni di euro sul Fondo di Solidarietà dell'UE per finanziare gli interventi di emergenza in seguito alle alluvioni che hanno colpito la Liguria e la Toscana il 25 e il 26 ottobre 2011": così un comunicato di P. Chigi.

ore 18.42 Dieci milioni di danni in agricoltura
- Dieci milioni di euro di danni ed almeno un centinaio di imprese agricole danneggiate dagli allagamenti e dalle forti piogge dello scorso weekend. I danni più gravi tra i filari delle colline del Candia ferite da centinaia tra frane e smottamenti, di piccoli e di grandi dimensioni, che hanno portato via ettari e ettari di vigneti.

ore 18.26 Militari in azione nel grossetano -
Anche i militari in azione nel grossetano colpito dal maltempo. Lo rende noto la Provincia di Grosseto. "Sono circa 200 i Vigili del Fuoco che sono operativi in zona con 8 mezzi anfibi. Anche il Savoia Cavalleria sta entrando in azione" si legge sulla pagina Facebook dell'Amministrazione provinciale. Il reggimento dell'esercito Savoia cavalleria è di stanza a Grosseto.

ore 18.00 Un morto a Grosseto -
Il cadavere di un uomo è stato trovato all'interno di un'auto travolta dall'acqua in località Chiarone, nel comune di Capalbio, in provincia di Grosseto. Secondo quanto si apprende, l'uomo non avrebbe avuto scampo: la strada avrebbe ceduto e l'auto sarebbe stata sommersa. A recuperare il cadavere dell'uomo, sembra un anziano, nel comune di Capalbio sono stati i carabinieri. A loro era arrivata la segnalazione dell'auto sommersa improvvisamente dalle acque del torrente Chiarone.

ore 17.56 Esondato il fiume Misa nelle Marche
- A causa delle piogge degli ultimi due giorni, il fiume Misa ha esondato in diverse zone nel territorio del comune di Senigallia, a nord di Ancona. Problemi si registrano in particolare nell'area di Bettolelle. Difficolta' anche nel centro cittadino, dove alcuni sottopassi stradali sono stati allagati.

ore 16.48 Bologna, cessato preallarme fiume Reno -
Cessato preallarme per il fiume Reno nel Bolognese e nell'area di Cento (Ferrara): lo ha deciso a partire dalle 16 la Protezione civile regionale, vista l'evoluzione della piena e lo stato attuale dei livelli idrometrici, rientrati sotto il livello di preallarme. Alle 14 è invece cessato lo stato di preallarme per il fiume Parma, che riguardava alcuni comuni della provincia.

ore 16.45 Grosseto, allagato il centro di Castiglione - Il fiume Bruna ha esondato per la grande mole di acqua che si sta riversando nel suo corso e le acque stanno per invadere il centro di Castiglione della Pescaia (Grosseto). Il fiume ha rotto gli argini alla confluenza con l'emissario proprio vicino al porto.

ore 16.43 Frana a Cortona, evacuate 8 famiglie - Sono 8 le famiglie evacuate nel comune di Cortona, in provincia di Arezzo, a causa di una frana che ha interessato la zona di via 3 luglio: i tecnici sono tuttora al lavoro per ripristinare la viabilità interrotta. Sempre nel cortonese l'esondazione del torrente Mucchia sulla provinciale 32 sta creando problemi alla circolazione mentre sono chiuse la strada del Campaccio Ossaia, il sottopasso di via Mincio a Camucia e la strada comunale della Fratta per la rottura dell'argine del Rio Loreto.

ore 16.30 Emilia Romagna, allerta prolungata -
La Protezione civile dell'Emilia Romagna ha prolungato di 18 ore, fino alle 13 di martedì, lo stato di attenzione per pioggia e criticità idraulica, per il perdurare delle precipitazioni su tutta la regione. Nelle aree già allertate del Modenese e del Reggiano rimane il preallarme per rischio idrogeologico e idraulico. Sono previsti 30-40 mm di pioggia in 24 ore nel settore centrorientale, fino a 15-20 mm nel resto del territorio. I fenomeni saranno in esaurimento nelle successive 24 ore.

ore 16.20 Isola del Giglio, scuole chiuse -  Scuole chiuse domani al Giglio dove, dopo una breve tregua nella tarda mattina, ha ripreso a piovere con forte intensità. Ripristinati intanto i collegamenti marittimi.

ore 16.00 Il presidente della Toscana Rossi chiede l'esercito - Immediato intervento dell'esercito. E' quanto chiede il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, su Facebook per fra fronte all'emergenza maltempo che sta flagellando diverse aree della regione

ore 15.56 Veneto, stato di allarme - Rimane confermato fino alle 14 di domani lo stato d'allarme per rischio idraulico su alcuni bacini della Regione Veneto.

ore 15.16 Orvieto, 5 ricoverati ma non gravi -
Sono cinque le persone ricoverate all'ospedale di Orvieto in seguito agli allagamenti di questa mattina. Si tratta, in particolare - spiega l'ufficio stampa dall'Asl - di tre persone colpite da ipotermia dopo essere finite in acqua e di due che hanno riportato leggeri traumi. Le loro condizioni non sono considerate gravi.

ore 14,36 Umbria, prosegue l'allerta: esondazioni e frane -
Prosegue l'emergenza maltempo in Umbria, con i livelli idrometrici della maggior parte dei corsi d'acqua appartenenti sia al reticolo principale che secondario ancora in aumento. Per quanto riguarda l'idrometria sono state superate le soglie di esondazione nei corsi d'acqua: Paglia a Orvieto Scalo, Nestore a Mercatello e Marsciano, Chiani a P.S. Maria, Genna a Palazzetta, torrente Astrone a Ponticelli.

ore 14.15 A Orvieto scuole restano chiuse - Rimarranno chiuse anche martedì le scuole di ogni ordine e grado del territorio di Orvieto: a comunicarlo è l'amministrazione comunale. Il Comune sottolinea inoltre che sono garantiti i servizi ospedalieri e che il ponte dell'Adunata è transitabile solo per mezzi di soccorso o emergenza. L'amministrazione raccomanda infine la massima tranquillità ai cittadini "invitati a restare nelle proprie abitazioni".

ore 13.28 Clini:"Il piano di manutenzione è un'urgenza"
- "Il nostro territorio è molto vulnerabile, c'è una situazione climatica nuova che poi tanto nuova non è. Quello che stiamo raccontando è storia attesa, in questo periodo ci sono le precipitazioni che riversano grandi quantità di acqua anche in relazione ai nuovi cambiamenti. Quello che va fatto allora, è un programma di manutenzione e gestione del territorio, un programma di prevenzione nazionale". Lo ha detto il Ministro dell'Ambiente Corrado Clini intervistato da Sky tg 24 (VIDEO). Il piano di manutenzione e gestione "è un'urgenza, una priorità - ha sottolineato il Ministro - abbiamo disposto risorse negli ultimi otto mesi per 1 miliardo ma qui, si tratta di lavorarci ogni giorno, non solo quando c'è la pioggia". Secondo il ministro, "vanno rese subito disponibili  tutte le risorse finanziarie che abbiamo allocato. E l'Italia - ha concluso -  sta attendendo risposte dalla Commissione Europea in merito ad una richiesta di soluzioni per "liberare risorse pubbliche  bloccate dal vincolo del patto di stabilita' per ridurre il deficit. Il rischio è che poi con i danni, invece questo deficit aumenta ancora".

ore 12.55 Orvieto, situazione ancora critica ma in miglioramento -
Ancora critica ma in miglioramento la situazione nell'Orvietano, in provincia di Terni. I vigili del fuoco riferiscono che l'attenuazione della pioggia sta favorendo i soccorsi, anche se la città è ancora spaccata in due per l'allagamento di una parte di Orvieto Scalo, che rende difficile l'accesso alla parte alta di Orvieto. Decine le persone soccorse nelle case rimaste isolate e sui tetti dei capannoni industriali anche grazie all'impiego di elicotteri e
gommoni.

ore 12.36 Grosseto, donna travolta dall'acqua. E' grave - Una donna di 73 anni di Orbetello è stata investita da un'onda d'acqua mentre era in auto. Soccorsa dal 118 è stata trasferita in gravissime condizioni all'ospedale Misericordia di Grosseto. La Provincia segnala poi alcune persone sui tetti delle loro abitazioni: 3 ad Albinia, 1 nella zona tra Albinia e Marsiliana.

ore 11.40 Chiusi accessi alle banchine del Tevere - Per l'innalzamento del livello delle acque del Tevere i Vigili del Fuoco, su disposizione della Protezione civile, stanno chiudendo gli accessi alle banchine. I pompieri stanno dunque chiudendo l'entrata alle banchine in tutto il tratto urbano del fiume che attraversa la Capitale proprio per il forte innalzamento del livello delle acque considerato le abbondanti piogge delle ultime ore.

ore 11.10 Viterbo, a Montalto case allagate -
Si aggrava di ora in ora la situazione nelle campagne di Montalto di Castro, in provincia di Viterbo, a causa del maltempo. Numerose case di campagna sono state sommerse dall'acqua che in alcuni tratti ha superato il metro di all'altezza. Molti animali tra cui cavalli e bovini sono annegati. I Vigili del fuoco e la Protezione Civile stanno intervenendo con i mezzi anfibi per soccorrere le persone rimaste isolate. All'opera anche i volontari.

ore 11.06 Circolazione treni sospesa Grosseto-Orbetello -
Circolazione sospesa dalle 9.35 fra le stazioni di Grosseto e Orbetello, sulla direttrice Tirrenica Pisa-Roma, per l'esondazione del torrente Albegna. Lo rende noto Rfi, spiegando che "sul posto sono già intervenute le squadre tecniche".

ore 10.40 Esonda il Flora nel viterbese -
La strada statale Aurelia è stata chiusa al traffico all'altezza del chilometro 110, in provincia di Viterbo, a causa dell'esondazione del fiume Fiora. Il tratto di Aurelia chiusa è quella corrispondente al ponte sul Fiora, le cui acque, gonfiate dalla pioggia, hanno invaso la carreggiata. Anche altri tratti della statale sono sommersi dall'acqua. Intanto i vigili del fuoco e la Protezione civile stanno monitorando la diga sullo stesso Fiora vicino Montalto di Castro.

ore 10.30 Decine di sfollati nello spezzino -
Non sono ancora rientrate nelle loro case le trenta persone sfollate a Ortonovo l'11 novembre, in provincia di La Spezia, evacuate per il pericolo di frane. Centinaia gli interventi dei Vigili del Fuoco e della Protezione civile stamattina per interventi di bonifica tra Ortonovo, Castelnuovo Magra e Marinella di Sarzana nello spezzino.

ore 10.15 In Toscana straripa l'Albegna -
Una pioggia incessante, in alcune località si sono registrati picchi ben oltre i 200 millimetri, ha interessato nella notte la parte sud della Toscana in provincia di Grosseto, facendo straripare l'Albegna, lungo tutto il suo corso, e il torrente Elsa. E' quanto si legge in una nota della Regione Toscana. La Sala Operativa Unificata Permanente della Protezione civile indica come critica anche la situazione dell'Albinia, dell'Osa e di altri corsi d'acqua minori.

ore 10.00 Acqua alta a Venezia -
Ha raggiunto i 102 centimetri sul medio mare la massima di marea a Venezia, inferiore alle previsioni che davano una possibile punta a 130 cm poi ritoccate nel corso della notte e stamane fino a 105 cm.
Il fenomeno dell'acqua alta ha toccato solo le parti piu' basse della città lagunare, poco meno del 5% del suolo cittadino, ben distante dalla marea eccezionale della mattina dell'11 novembre quando ha raggiunto i 149 cm, allagando il 70% della centro storico (foto).

ore 9.40 A Firenze allerta meteo fino a mezzanotte - In provincia di Firenze è ancora allerta meteo. Fino alla mezzanotte del 12 novembre su tutto il territorio provinciale e, in particolare, si annuncia una criticità idrogeologica elevata sulle aree del Valdarno Superiore e del Casentino e moderata sulle restanti aree con possibili problemi connessi a vento forte sulle aree della Val di Sieve, dell'Alto Mugello, Ombrone Pistoiese e Casentino. Sono previste precipitazioni diffuse anche a carattere temporalesco di forte intensità con cumulati che potranno risultare abbondanti o molto abbondanti.

ore 9.30 Veneto pronto a chiedere lo stato di calamità
- Il presidente della Regione Veneto Luca Zaia ha detto: "Abbiamo chiesto, e attendiamo dai sindaci dei territori colpiti dagli eventi di questi giorni un puntuale monitoraggio dei danni. Andando in giro per il territorio, ho constatato personalmente quanto le famiglie, le imprese, le aziende agricole e i Comuni siano stati danneggiati". E ha aggiunto: "E' impensabile che una Regione come la nostra, che paga prontamente le tasse e in misura molto superiore a quanto le viene restituito, rimanga senza il segno concreto di un aiuto da parte del Governo nazionale. Per questi motivi, appena ricevuta la puntuale risposta delle amministrazioni, la Regione si attiverà anche formalmente per chiedere lo stato di calamità".

ore 9.00 Orvieto, persone bloccate sui tetti - Problemi anche ad Orvieto. I vigili del fuoco hanno evacuato diverse famiglie dalle loro abitazioni nella zona di Allerona, a causa dell'esondazione del fiume Paglia. Disposta inoltre la chiusura di tutte le scuole nell'intero comune. Nella zona di Allerona alcune persone sono anche salite sui tetti delle case per essere soccorse con mezzi aerei oltre che quelli anfibi.

ore 7.23
Grosseto, case isolate - Le forti piogge e l'esondazione del torrente Elsa la notte scorsa hanno provocato allagamenti nella parte sud del Grossetano. I comuni colpiti sono Orbetello, Albinia, Manciano, Saturnia. L'Elsa è esondato in località Sgrillozzo, allagando campi e strade. Numerose le abitazioni isolate.

ore 7.00
Allagamenti e black out a Perugia - Sono stati una cinquantina gli interventi svolti nella notte tra l’11 e il 12 novembre nel perugino dai vigili del fuoco.  Numerosi gli allagamenti, che nella zona del Marscianese e di Tavernelle hanno portato anche ad evacuare alcune famiglie vicino al fiume Nestore. Black out elettrici in varie zone del perugino. Diversi tratti della Pievaiola risultano allagati. Smottamenti anche all'altezza di Montebello, dove la corsia nord della E45 è stata parzialmente chiusa al traffico.

Leggi tutto