Viminale, Marangoni nominato vice capo della Polizia

Alessandro Marangoni (foto d'archivio)
1' di lettura

La decisione è stata presa dal Cdm su proposta del ministro dell'Interno Cancellieri dopo le dimissioni di Nicola Izzo, chiamato in causa dal 'corvo' nella vicenda della gestione degli appalti del Viminale. Il dirigente generale è in servizio da 40 anni

Alessandro Marangoni è il nuovo vice capo vicario della Polizia. La nomina è stata decisa dal Consiglio dei Ministri (qui il comunicato stampa) su proposta del ministro dell'Interno Annamaria Cancellieri dopo le dimissioni di Nicola Izzo, chiamato in causa dal 'corvo' nella vicenda della gestione degli appalti del Viminale. Marangoni ha guidato fino all'estate scorsa la questura di Milano e successivamente, nominato direttore generale, la Direzione centrale per le risorse umane del Dipartimento della Pubblica Sicurezza.

40 anni in polizia  - Alessandro Marangoni, nominato venerdì 9 novembre dal Consiglio dei ministri vice capo vicario della Polizia, arriva ai vertici del Dipartimento 40 anni dopo esservi entrato. Nato a Gorizia 61 anni fa, Marangoni ha iniziato la sua carriera alla scuola di polizia giudiziaria di Brescia per poi ricoprire diversi incarichi nelle questure di Verona, Torino e Napoli. Dal 1992 al 1996 è stato in servizio presso la Direzione investigativa antimafia e nel 2002 è stato nominato questore.
Primo incarico di vertice nella questura della sua città d'origine, lasciata nel 2005 per diventare questore di Padova. Nuovo incarico nell'agosto del 2008, quando Marangoni va a dirigere la questura di Palermo, dove rimane 2 anni e mezzo prima di approdare, il 1 novembre del 2010, a Milano.
Dal capoluogo lombardo, il nuovo vice capo vicario della polizia se n'è andato questa estate per approdare al Viminale, alla guida della direzione centrale delle risorse umane, dopo esser stato nominato dirigente generale.

Leggi tutto