Trasporto locale, sciopero totale il 16 novembre

1' di lettura

Le trattative per il rinnovo del contratto vengono interrotte e i sindacati annunciano una giornata di mobilitazione "senza fasce di garanzie". "Questa vertenza ha bisogno di un'altra sede di confronto di cui il governo deve farsi promotore" dicono

I sindacati dei trasporti confermano lo sciopero del trasporto pubblico locale senza fasce di garanzia del 16 novembre e la manifestazione a Roma. Lo rendono noto Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti Ugl trasporti e Faisa Cisal, spiegando che le associazioni datoriali hanno interrotto la trattativa per il rinnovo del contratto.  "Interrotta da Asstra e Anav la  trattativa per il rinnovo del Contratto del Trasporto pubblico locale, nell'ambito del nuovo contratto della Mobilità". Lo comunicano Filt  Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti Ugl trasporti e Faisa Cisal, al termine  del ciclo di incontro che aveva segnato la ripresa del negoziato del  contratto scaduto da cinque anni, sottolineando che "sono confermati il 16 novembre manifestazione a Roma e sciopero di bus, metro e tram senza fasce di garanzia".

Secondo le organizzazioni sindacali "è assolutamente improponibile la proposta delle associazioni datoriali di rinnovo in autofinanziamento del contratto ed è necessario  - spiegano - collocare il negoziato per il rinnovo contrattuale nell'ambito di un confronto in sede istituzionale che affronti contestualmente, come elementi di un'unica vertenza, anche il tema del riassetto industriale del settore e delle relative risorse  finanziarie". "Questa vertenza - chiedono infine Filt, Fit, Uilt, Uglt e Fasia - ha urgente bisogno di un'altra sede di confronto, di cui il Governo  deve rapidamente farsi promotore per evitare i pesanti disagi per la  cittadinanza che, inevitabilmente, saranno determinati dallo sciopero  e dalla manifestazione del 16 novembre e per dare finalmente alla  vertenza una concreta possibilita' di avanzamento e conclusione  positiva".

Leggi tutto