Milano, ragazza in gravi condizioni dopo un rave party

1' di lettura

A Cusago, durante lo sgombero della polizia, quattro persone sono state fermate per i tafferugli, una quarantina i feriti. Una giovane di 22 anni inciampa e batte la testa: è ora ricoverata all'ospedale San Carlo

Durante lo sgombero di un rave party abusivo a Cusago, in provincia di Milano,  a cui partecipavano circa mille persone, una ragazza sarebbe caduta e ora si trova ricoverata in gravi condizioni all'Ospedale San Carlo.
Il questore di Milano, Luigi Savina, ha espresso "dispiacere" per quanto accaduto. La ragazza è probabilmente caduta mentre i giovani stavano correndo per uscire dallo stabile dismesso in cui era in corso il rave ed è caduta battendo la testa.
E' poi andata con un'amica a un'ambulanza che era intervenuta lamentando dolori e vomito. E' stata quindi portata in ospedale dove è stata operata e si trova in coma indotto. Il questore ha sottolineato come, in una giornata delicata dal punto di vista dell'ordine pubblico, a Milano era previsto anche un corteo, "le forze dell'ordine hanno fatto interamente il loro dovere".
Sono una quarantina i poliziotti rimasti contusi o feriti nei tafferugli in cui - spiegano dalla Questura - non si è mai giunti il corpo a corpo ma sono stati sparati lacrimogeni e gli agenti sono stati colpiti dal lancio di oggetti tra i più disparati: 40 quelli che hanno dovuto ricorrere alle cure dei medici, uno ha riportato una prognosi di 30 giorni. Le forze dell'ordine hanno fermato quattro persone.

Leggi tutto