Liguria, massima allerta meteo per Tigullio e Spezzino

1' di lettura

A un anno dall'alluvione che ha colpito le Cinque Terre è di nuovo emergenza maltempo. A Genova restano chiuse le scuole nella zona del torrente Fereggiano. Evacuate circa 200 persone

Un anno dopo l'alluvione che il 25 ottobre 2011 ha colpito le Cinque Terre è di nuovo allerta 2. Mentre la Calabria trema per una serie di scosse di terremoto che hanno colpito il Pollino, al confine con la Basilicata, la Liguria è di nuovo sott'acqua. Non siamo ai livelli dell'alluvione di un anno fa, "a Genova non si registra nulla di rilevante" assicura il sindaco Marco Doria ai microfoni di SkyTG24, ma il clima è quello: allarme "forza 2" (il più alto) da parte della Protezione civile ligure, evacuazioni anche coatte nello Spezzino e nel Tigullio, allagamenti, qualche frana. Sono circa 200 le persone evacuate nella provincia di Genova.

Allerta 2 nel Tigullio e nello Spezzino - La paura più diffusa è nello Spezzino. Non tanto perché qui la situazione sia più grave che nel Tigullio, quanto perché a Brugnato, Borghetto, Rocchetta Vara, solo giovedì le campane suonavano a morto nella ricorrenza del primo anniversario dell'alluvione (LO SPECIALE). Esattamente un anno fa ieri esondavano fiumi e franavano le montagne, portando via persone e case. Il giorno dopo, quasi beffardo, ecco arrivare il nuovo allerta 2, diramato dalla Protezione Civile della Regione in considerazione delle previsioni meteorologiche dell'Arpal. Una cinquantina le persone evacuate nella zona, di cui 15 in modo coatto: non volevano lasciare le loro case, così il Comune è stato costretto a fare intervenire i carabinieri per eseguire lo sgombero.
Situazione altrettanto grave nel Tigullio, dove almeno due torrenti, il San Lazzaro e il Petronio, sono esondati. Fin dal primo pomeriggio i vigili urbani di Casarza, Riva Trigoso, Sestri levanti, hanno percorso le strade con altoparlanti invitando la popolazione che vive in prossimità dei torrenti a restare nei piani alti delle case. Tutti i principali Comuni della zona, da Sestri a Chiavari a Rapallo, hanno ordinato per domani la chiusura delle scuole. A Sestri in particolare i vigili del fuoco e i carabinieri sommozzatori sono intervenuti per portare soccorso per i primi allagamenti a negozi e attività commerciali.

Allerta 1 a Genova - La situazione tuttavia non è quella drammatica di un anno fa. A Genova è stato diffuso l'allerta 1. Che significa "fate attenzione, prevista pioggia molto abbondante per le prossime ore". La città peraltro ha vissuto una giornata di relativa normalità, ma a scopo precauzionale il sindaco, Marco Doria, ha disposto l'evacuazione di circa 150 persone nella zona di Marassi, e ha ordinato la chiusura delle scuole nella zona di via Fereggiano, dove un anno fa morirono 4 persone.

Indagini sull'alluvione del 2011 - Tutto questo mentre in Procura si succedono le testimonianze davanti ai magistrati nell'ambito dell'inchiesta sull'alluvione del 4 novembre 2011. Mentre nei giorni scorsi erano stati iscritti nel registro degli indagati l'ex assessore alla Protezione Civile, Francesco Scidone, e tre funzionari comunali, il 16 ottobre è stato ascoltato in Procura l'ex capo dei vigili, Roberto Mangiardi. Sei ore di deposizione da parte sua, per ricostruire nei dettagli i momenti esatti di quel tragico 4 novembre. Secondo gli investigatori, la ricostruzione di Mangiardi non corrisponderebbe con quella fatta dall'ex assessore. Che è accusato, come i tre funzionari, di falso e calunnia: avrebbero manipolato i dati di alcuni verbali 'anticipando' di circa mezz'ora il momento dell'alluvione, per dimostrare che la macchina comunale non poteva intervenire prima.

Leggi tutto