Freddo e maltempo: nel weekend termometro giù di 10 gradi

1' di lettura

Da venerdì 26 ottobre una perturbazione porterà piogge su Nord-ovest, Sardegna, Toscana e regioni tirreniche. E nei giorni successivi l'aria gelida arriverà in tutto il resto d'Italia. LE PREVISIONI DEL TEMPO

Maltempo sulle isole maggiori, piogge e rovesci fino a giovedì 25 ottobre, mentre sulle altre regioni l'anticiclone africano  fa ancora assaporare un clima mite. Ma da venerdì 26 la parte avanzata di una perturbazione porterà le prime piogge su Liguria, nordovest e poi Sardegna, Toscana, e regioni tirreniche.  Sono queste le previsioni dei prossimi giorni.
E nella notte tra venerdì e sabato il ciclone mediterraneo tipico d'ottobre, porterà tanta pioggia e segnerà l'addio definitivo alla cosa d'estate con un calo fino a 10 gradi di temperatura a nord nella ntote tra sabato e domenica.
L'aria fredda poi si estenderà alle regioni adriatiche e al centrosud.

Le regioni più colpite saranno la Liguria, la Toscana, il Lazio, la Campania e il Friuli Venezia Giulia, ma i temporali transiteranno sulla Sicilia verso il resto del sud.
Si ripeterà il fenomeno dell'acqua alta a Venezia nella mattina di sabato causa dello scirocco e un ulteriore importante aggravamento del quadro meteo è previsto nella notte tra sabato e domenica, quando aria fredda di estrazione artica si getterà nel bacino del Mediterraneo valicando le Alpi sia dalla Valle del Rodano che dalla Porta della bora, dove la bora toccherà i 100km/h di raffica.
I venti saranno ciclonici: bora sul nordest, tramontana in Liguria, maestrale in Sardegna, libeccio sul Tirreno, scirocco sullo Ionio.
Nel corso della serarta di sabato la neve scenderà a quota 1000 m sulle Alpi e proprio nelle prime ore di domenica forti piogge interesseranno tutta l'Emilia Romagna con una allerta maltempo e con la neve che da quota 2000 m in poche ore scendrà fino a 300-400 m. L'aria fredda calerà su tutte le regioni, mentre lunedì sono attese le prime gelate in pianura al nordovest.

Leggi tutto