Fiorito resta in carcere. La ex: "Io non c'entro nulla"

1' di lettura

Il gip di Roma ha respinto la richiesta di liberazione dell'ex capogruppo del Pdl alla Regione Lazio. Intanto la sua ex fidanzata Samantha Reali racconta: "Vengo inseguita, non sono più libera di uscire tranquillamente". VIDEO

Il gip di Roma ha respinto oggi 7 ottobre la richiesta di scarcerazione di Franco Fiorito, l'ex capogruppo Pdl alla Regione Lazio in custodia cautelare per peculato e al centro di uno scandalo che ha provocato le dimissioni della governatrice Renata Polverini e la fine della giunta di centrodestra. Nel suo interrogatorio di garanzia, giovedì scorso, Fiorito, accusato di avere sottratto fondi al Pdl della Regione per circa 1,3 milioni di euro, ha ribadito le sue accuse verso altri esponenti regionali del partito, che a suo dire sarebbero stati a conoscenza dell'utilizzo dei fondi.
E, ai microfoni di SkyTG24, il candidato del centrosinistra alle prossime elezioni del Lazio Nicola Zingaretti ha evocato il voto al più presto: "Finché non si va al voto Fiorito continua ad avere lo stipendio pagato coi soldi dei cittadini". (guarda il video)

Intanto la ex fidanzata Samantha Reali è stata sentita ancora dagli inquirenti: "Sono sicura di quello che ho detto, e cioè che io non c'entro nulla – ha detto poi la donna ai giornalisti (guarda il video in alto) – però mi stanno accadendo delle cose che non mi piacciono e che un po’ temo, non sono più libera di uscire tranquillamente di casa, vengo inseguita in macchina".
Il 4 ottobre il legale della donna, l'avvocato Fabrizio Gallo ha presentato una denuncia in procura a carico di ignoti. Nel documento si legge che il penalista e la ex di Fiorito, la sera del primo ottobre, dopo aver lasciato gli studi Mediaset dove era andata in onda la trasmissione Quinta Colonna sono stati inseguiti da una golf grigia con tre uomini a bordo con il motore acceso e i fari spenti. “Io sono riuscito a far perdere le mie tracce - ha riferito nell'esposto l'avvocato Gallo - ma i tre hanno bloccato la vettura del giornalista di Mediaset che si era mosso con noi. Pensando che alla guida ci fossi io, i tre gli hanno detto a brutto muso 'che fai, difendi l'amichetta tua? Vi dovete fare i c... vostri'".

"Non so perché mi minacciano" ha detto oggi la Reali, che poi su Fiorito ha aggiunto: "Non ho mai detto niente contro di lui, anche perché è uno storia vecchia, ho risposto alle accuse che mi hanno fatto, cose banali".

Leggi tutto