Morto Pier Luigi Vigna, ex procuratore nazionale antimafia

1' di lettura

Il magistrato si è spento a 79 anni al Centro Oncologico Fiorentino, dove era ricoverato. Nel corso della sua carriera indagò sul terrorismo nero e rosso e sul mostro di Firenze. Dal '97 al 2005 all'Antimafia. Napolitano: "Un uomo di grande prestigio"

E' morto a Firenze l'ex procuratore nazionale antimafia Pier Luigi Vigna. Vigna, 79 anni, era ricoverato al Centro Oncologico Fiorentino Villa Ragionieri, la struttura della quale era presidente.
Nato il primo agosto 1933, era entrato in magistratura nel 1959. Iniziò sua carriera da pretore a Borgo San Lorenzo, in provincia di Firenze, poi a Milano. Rientrato a Firenze svolse le funzioni di sostituto, poi di procuratore aggiunto e infine, dal 1991 di procuratore capo, allla Procura della Repubblica presso il tribunale di Firenze. In quegli anni si occupò delle inchieste sul terrorismo nero e rosso. Sue le indagini che portarono all'arresto della brigatista Barbara Balzerani. Per poi passare all'Anonima Sequestri sarda, come al caso del Mostro di Firenze.
Dal 1992 ha svolto anche la funzioni di procuratore distrettuale antimafia.
Dal gennaio del 1997 era diventato Procuratore Nazionale Antimafia, incarico che lasciò nel 2005 per raggiunti limiti d'età. Nella sua lunga carriera è stato autore di diversi libri sulla legalità e sulla giustizia.
Unanime il cordoglio dalle istituzioni e dalla politica, con il presidente della Repubblica Napolitano che parla di un "magistrato di grande prestigio che ha speso la sua vita con appassionato impegno e assoluto rigore al servizio dell'amministrazione della giustizia".

Leggi tutto