Omicidio Milano, il questore: “Ipotesi droga predominante”

1' di lettura

Convocato il comitato per la sicurezza dopo la sparatoria in cui sono morti Massimo Spelta e la moglie Carolina Payano. Il prefetto Lombardi conferma la pista: “Episodio legato allo spaccio di stupefacenti. Un fatto singolo: non c'è allarme sicurezza”

Mentre proseguono le indagini sul duplice omicidio avvenuto lunedì 10 settembre in centro a Milano, il prefetto della città Gian Valerio Lombardi, al termine del Comitato per l'ordine e la sicurezza, offre la sua analisi sul caso: "E' un episodio maturato in un contesto che riguarda il traffico di stupefacenti". Quella della droga è "l'ipotesi predominante" anche per il questore del capoluogo lombardo, Alessandro Marangoni.

Il prefetto: "Nessun allarme sicurezza a Milano" -
Secondo il prefetto "non possiamo dire che ci sia un allarme sicurezza. Si tratta di un fatto singolo che non si ascrive al contesto della criminalità organizzata". Riguardo il secondo episodio, che ha creato apprensione, ovvero la sparatoria senza feriti in via Padova avvenuta martedì 11, Lombardi ha spiegato che si tratta di "episodi che talvolta a Milano avvengono. Non è la prima volta che capita che queste formazioni, probabilmente sudamericane o nomadi, si scontrano tra di loro in questo modo". "Il controllo del territorio è importante - ha concluso - e lo stiamo facendo con le forze di polizia".

Il comitato per la sicurezza - L'incontro in prefettura era stato richiesto dall'assessore comunale alla Sicurezza Marco Granelli - anche a nome del sindaco Giuliano Pisapia, in questi giorni all'estero per una missione istituzionale - per discutere della criminalità organizzata e delle strategie da mettere in atto. Il tavolo si riunirà nella mattina di mercoledì 12 settembre. Secondo Repubblica, nel primo quadrimestre del 2012 rispetto allo stesso periodo del 2011, c'è stato a Milano un aumento del 20% dei reati predatori. Il dato emergerebbe dal confronto dei dati diffusi dal Ministero dell'Interno (relativi all'anno scorso) con quelli più recenti della questura. Gli omicidi del capoluogo lombardo, nel 2011, sono stati invece 13.

Proseguono le indagini sul duplice omicidio
- Lunedì 10 settembre in via Muratori, zona centrale di Milano (FOTO), un killer su una moto ha sparato contro un imprenditore, Massimo Spelta, e la moglie dominicana, Carolina Payano, uccidendoli sul colpo. Secondo quanto emerso dalle indagini, ad essere colpita per prima è stata la donna, che stava tentando di fuggire con in braccio la figlia, rimasta illesa. Anche Spelta - titolare di una società di prodotti cosmetici ed integratori alimentari attualmente in liquidazione - ha cercato di scappare, ma sarebbe stato raggiunto dopo un'ottantina di metri a piedi dal killer.
Nella casa dei due, un loft in via Mecenate, gli inquirenti hanno trovato 47 grammi di cocaina. Nel pomeriggio di martedì 11, invece, nella zona nord di Milano, gli occupanti di un'Audi A2 hanno sparato contro il guidatore di una Ford Focus in via Giacosa, angolo via Crespi, nella zona nord di Milano, senza però provocare feriti (FOTO).

Leggi tutto