Alcoa: su un silo a 70 metri, "disposti a tutto". Il video

1' di lettura

A SkyTG24 le immagini dei tre operai che dalla mattina del 4 settembre si sono accampati sulla sommità della struttura in disuso. Tende costruite con dei teli per dormire, niente da mangiare e i volti incappucciati per paura di ritorsioni

Sono su un silo alto 70 metri dalle 11.30 di martedì 4 settembre, dormono in tende costruite con dei teli, non hanno ancora mangiato nulla. Il volto coperto per paura di ritorsioni da parte dell’azienda, sono "disposti a tutto", come si legge su uno striscione appeso all'impianto.
La protesta estrema dei tre operai dell’Alcoa saliti su una struttura non in manutenzione della fabbrica di Portovesme è stata ripresa dalla telecamera di un collega e le immagini, andate in onda su SkyTG24, mostrano tutta la disperazione e la tensione dei lavoratori. Uno di loro, davanti alla camera, oltrepassa la recinzione alla sommità del silos: un gesto estremo, che vuol far capire come gli operai non abbiano intenzione di fermarsi davanti a nulla.
La situazione a Portovesme è dunque sempre più tesa e gli occhi sono tutti puntanti sulla Glencore, la multinazionale svizzera che potrebbe rilevare la fabbrica di alluminio e che entro venerdì dovrebbe sciogliere la riserva. Il presidente della Regione Sardegna Cappellacci, ai microfoni di SkyTG24 si è mostrato ottimista su una possibile risoluzione della vicenda, dopo che il ministro Passera aveva invece definito la situazione "quasi impossibile".

Leggi tutto