Scioperi, autunno caldo: raffica di stop da settembre

1' di lettura

Si preannuncia una stagione di proteste e disagi, a partire dal pubblico impiego e dai trasporti. Tra i primi a incrociare le braccia ci saranno gli "statali" schierati in blocco contro la spending review. Poi sarà la volta di avvocati e operatori di volo

Sarà un autunno caldo sul fronte degli scioperi: tra settembre e ottobre è prevista una raffica di stop che coinvolgerà molti settori, a partire dal pubblico impiego e dai trasporti.
I disagi per chi viaggia inizieranno il 7 settembre, quando per 24 ore si fermeranno gli assistenti di volo di Meridiana Fly aderenti alla Filt Cgil mentre il 21 settembre incroceranno le braccia dalle 10 alle 18 a Linate e Malpensa i lavoratori di Sea e Sea Handling aderenti a Flai-T e Usb. Poi il 2 ottobre sarà la volta dei trasporti pubblici locali: Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl-Trasporti e Faisa-Cisal bloccheranno autobus, metro e tram per 24 ore. Contemporaneamente ci sarà una protesta anche di Orsa-Trasporti e Fast. Il 1 ottobre si fermeranno per un turno i lavoratori della Fise, azienda che si occupa di appalti nel settore ferroviario, aderenti a Orsa-Ferrovie.

Gli scioperi degli statali - Il settore pubblico, invece, ha programmato un grande sciopero generale il 28 settembre. Protesta a cui parteciperanno per un'intera giornata gli aderenti a Fp-Cgil, Uil-Fpl, Uil-Pa e Ugl (non aderisce la Cisl) contro la spending review varata dal governo. Lo stesso giorno si fermano anche i lavoratori della Fp Cgil delle aziende del settore elettrico, dell'acqua e dell'igiene ambientale.

Sempre nel pubblico impiego, Fsi e Usae hanno indetto lo sciopero generale il 14 settembre. E nella stessa giornata è prevista la protesta degli straordinari dei sindacati delle telecomunicazioni Slp-Cisl, Slc-Cgil e Falip-Cisal che si fermeranno poi l'intera giornata il 12 ottobre. Astensione dagli straordinari che durerà fino al 13 ottobre, anche per i lavoratori Cobas e Cub di Poste. Sarà poi la volta degli avvocati con due stop: il primo dal 17 al 21 settembre, proclamato dall'Unione Camere Penali Italiane. Il secondo è previsto dal 20 al 21, indetto dall'Organismo Unitario dell'Avvocatura italiana.

Leggi tutto