Windjet: "Dialogo chiuso con Alitalia. Proseguiamo da soli"

1' di lettura

Il tavolo per ricucire la trattativa non porta risultati. L'ad della compagnia siciliana: "Cercheremo altre vie". E il ministro Passera conferma: "La low cost continua per conto suo". Intanto i dipendenti scrivono una lettera ai passeggeri

La trattativa è chiusa, con pochissime possibilità di essere riaperta. Il tavolo tra Windjet e Alitalia, convocato dal ministro dello Sviluppo Economico Corrado per provare a riallacciare un dialogo, è invece naufragato. La conferma è arrivata dagli amministratori delegati delle due compagnie aeree al termine dell'incontro. E le parole del ministro Passera sembrano mettere la parola fine al possibile riavvicinamento: "Windjet ha deciso di continuare per conto suo, per valutare altre manifestazioni di interesse che dice di aver ricevuto e cercando eventualmente delle forme concorsuali che mettano la compagnia in grado di cedere il suo ramo aziendale nel modo migliore possibile", ha spiegato Passera. "Un interesse strategico di Alitalia per Windjet è rimasto ma non alle attuali condizioni". Il ministero, ha garantito Passera, seguirà la vicenda "passo passo perché la situazione si dovrà chiarire definitivamente in un numero limitato di settimane".

Gli ad delle compagnie chiudono ogni dialogo - Le dichiarazioni del ministro erano state anticipate dall'ad di Alitalia Andrea Ragnetti, che aveva chiarito la posizione della sua compagnia: "Il dossier con Windjet non si può riaprire: penso che non ci sia nessuna possibilità di riprendere un dialogo. Alitalia perde ogni giorno 80mila euro per la riprotezione dei passeggeri della Windjet bloccati a terra". Parole che venivano confermate dal suo omologo della low cost siciliana, Stefano Rantuccio: "Abbiamo rilevato l'indisponibilità di Alitalia ad andare avanti con la trattativa: cercheremo altre vie per risolvere la vicenda".

Il Governo, nel mentre, ha preso atto della decisione di Windjet di chiedere la sospensione della licenza di esercizio di trasporto aereo. In giornata, invece, l'Enac ha pubblicato sul proprio sito l'elenco dei voli sostitutivi della compagnia Windjet con i relativi vettori che li opereranno fino al 18 agosto prossimo.

La lettera dei dipendenti - Il caso Windjet interessa oltre 500 dipendenti e più di mille famiglie. A tirare le somme ai microfoni di SkyTG24 è il sindaco di Catania, Raffaele Stancanelli. "Non abbiamo bisogno di risorse. Abbiamo bisogno di un programma chiaro per andare avanti nella trattativa tra Alitalia e Windjet che è arrivata alla conclusione e poi non capiamo perché si sia interrotta" (guarda il video). Intanto, i dipendenti della compagnia aerea siciliana hanno scritto un messaggio destinato a tutti i passeggeri che in questi giorni, stanno subendo disagi: "Avremmo voluto darti il benvenuto a bordo ma da giorni siamo costretti a terra"  (ecco quali sono i diritti di chi ha già comprato un biglietto aereo). Nella lettera aperta si legge: "Ogni minuto di ritardo, ogni spesa imprevista, ogni pianto dei tuoi bambini e apprensione dei tuoi cari in attesa, sono per noi dolorosi più di quanto tu possa immaginare. Al contrario di quanto avrai letto o sentito dire però, la nostra compagnia non è fallita: siamo pronti a salire sui nostri aeroplani e portarti a destinazione". 

Leggi tutto