Rifiuta le nozze combinate, pestata dal padre

1' di lettura

La vittima, una ragazza marocchina di 18 anni, è stata aggredita dal genitore incontrato casualmente in un centro commerciale. L'uomo è stato denunciato per lesioni aggravate. La figlia guarirà in 21 giorni

Calci, pugni, ginocchiate al volto, la frattura del setto nasale e una prognosi di oltre 21 giorni per guarire. A ridurre così una ragazza marocchina di 18 anni, il padre, che l’ha picchiata con violenza, dopo averla incontrata per caso in un centro commerciale di Modena.
La colpa della figlia sarebbe quella di rifiutare il velo e le nozze combinate. La 18enne è stata portata in ospedale e il certificato medico con le percosse stilato dal posto di polizia è finito in procura, facendo scattare per l'uomo la denuncia per lesioni aggravate.

La ragazza, a quanto si è appreso, vivrebbe fuori casa, nel reggiano, e avrebbe incontrato casualmente il genitore: l'indagine dovrà ora chiarire i contorni della vicenda, ad esempio se la giovane - che ancora non è stata sentita dal magistrato - possa o meno essere stata seguita nei suoi spostamenti.

La ragazza – secondo i quotidiani locali - ancora minorenne era stata allontanata dalla famiglia, dopo l'intervento dei servizi sociali, e collocata in una comunità nel Modenese. Raggiunta da poco la maggiore età, ha lasciato la struttura e probabilmente vive presso amici, senza contatti con la famiglia. Fino all'altra sera, quando padre e figlia si sono incontrati per caso al centro commerciale e l'uomo l'ha aggredita davanti ai clienti del market. All'arrivo dei vigilantes, il maghrebino è uscito e se n'è andato in auto, mentre la ragazza è stata medicata all'ospedale.

Leggi tutto