Il fratello di Borsellino: "Via D'Amelio era l'inferno"

1' di lettura

Salvatore Borsellino racconta gli attimi immediatamente successivi allo scoppio della bomba: "Mia madre scese i gradini senza pantofole e camminò sui vetri rotti a piedi nudi. Non si fece nulla. Credo cha sia stato Paolo a proteggerla"

Salvatore Borsellino, fratello di Paolo, ricorda a SkyTG24 (video qui sopra) i primi istanti dopo l'esplosione in Via D'Amelio che costò la vita al magistrato e agli uomini della sua scorta: "Mia mamma quanto senti l'esplosione non pensò che fosse stata una bomba, pensò fosse stata la tubatura del gas."

"C'era l'inferno in Via D'Amelio - prosegue Paolo Borsellino - la strada era ingombra di vetri e mia madre scese le scale a piedi nudi. Scese senza neanche tagliarsi. Probabilmente passo accanto al cadavere di Paolo senza neanche vederlo". E commuovendosi aggiunge: "Credo che in certe situazioni il cervello si chiude e ci impedisce di vedere alcune cose. Questa è la risposta che mi do come ingegnere. Ma forse la risposta è un'altra. E' stato Paolo che le cha chiuso gli occhi e l'ha protetta".


Leggi tutto