Bergamo, assaltò Agenzia delle entrate: patteggia 3 anni

1' di lettura

Il 3 marzo scorso Luigi Martinelli fece irruzione nella sede di Romano di Lombardia. Armato di fucile a pompa, due pistole e un coltello prese in ostaggio i dipendenti. E' ai domiciliari dal 20 giugno

Ha patteggiato una pena di tre anni Luigi Martinelli, l'imprenditore di Calcio (Bergamo) che lo scorso 3 maggio aveva assaltato la filiale dell'Agenzia delle Entrate di Romano di Lombardia. Armato di fucile a pompa, due pistole e un coltello aveva preso in ostaggio i dipendenti.
Il gip di Bergamo Giovanni Petillo ha dunque accolto la richiesta di patteggiamento presentata dall'avvocato Giuliano Leuzzi messo gratuitamente a disposizione di Martinelli dal Codacons, e già avvallata anche dal pm titolare dell'inchiesta, Franco Bettini. Dal 20 giugno l'imprenditore di 54 anni si trova ai domiciliari.

Leggi tutto