Europei, Verdone: Italia ha quell’estro che fa la differenza

1' di lettura

Il regista romano, intervistato da SkyTG24, tenta un pronostico della finale contro la Spagna e dice: “Abbiamo visto crescere un grandissimo giocatore: Pirlo. E’ da pallone d’oro”. L’attore Marco Giallini: “Sono scaramantico, non dico niente”. VIDEO

“Loro sono più forti, ma noi abbiamo quell’estro in alcuni giocatori che fa la differenza. Come possesso palla loro sono superiori, però la nostra nazionale ha acquisito un cinismo che prima non aveva. E poi abbiamo visto crescere un grandissimo giocatore: Pirlo. E’ una persona tranquilla, con le idee chiare, che mette calma e dà grandi geometrie. E’ un giocatore da pallone d’oro”. Così Carlo Verdone, alla vigilia dell’attesissima finale degli europei di calcio 2012, commenta a SkyTG24 la sfida tra Italia e Spagna. Non si sbilancia invece l’attore Marco Giallini. Chi vince? “Non lo so non lo posso dire. Sono scaramantico. Non dico niente. Spero ovviamente che gliene facciamo quattro. La Spagna è forte, noi siamo forti, sarà una bella partita. Mi mette molto paura però Andres Iniesta”.
Intanto, nelle piazze italiane sale la febbre del tifo: si allestiscono maxischermi e Roma predispone un piano per la sicurezza da 1000 uomini. Il premier Mario Monti sarà a Kiev per la partita. E il presidente Uefa Platini lancia l'idea di disputare gli europei 2020 in "12 o 13 città europee".

Leggi tutto