Due morti per il caldo nel pisano. Temperature in aumento

1' di lettura

Le vittime, entrambe 70enni, sono decedute per un colpo di calore mentre si trovavano sulla spiaggia di Tirrenia. Attesa aria calda a tutte le quote dall'entroterra algerino e tunisino verso il Mediterraneo. Il picco si avrà tra domenica e lunedì

Non dà tregua il caldo e, in attesa di un week-end infuocato, oggi 28 giugno si contano due vittime del clima torrido. Due persone anziane (un livornese di 71 anni e una perugina di 70)  sono morte infatti sulla spiaggia a Tirrenia, nel pisano. Il decesso sarebbe stato provocato da un colpo di calore: sul litorale la temperatura supera i 30 gradi, ma la temperatura percepita a causa dell'umidità è molto superiore.

E da  venerdì 29  sono attese temperature da record su tutta l'Italia: una nuova ondata di aria calda proveniente dal Nord Africa investirà il Paese, e il picco si avrà tra domenica e lunedì. Si tratta dell'anticiclone "Caronte", il traghettatore che ci porterà dentro l'estate. Intanto però, e questo sarà effetto della tropicalizzazione del clima, con l'estremizzazione delle manifestazioni, nel pomeriggio nubifragi e raffiche di vento in arrivo sulle Alpi Occidentali e quindi sul Piemonte. Il caldo si farà sentire anche in montagna con punte anche di 30 gradi a 1000 metri.

A partire da venerdì pomeriggio inizierà quindi a soffiare aria calda a tutte le quote dall'entroterra algerino e tunisino verso il Mediterraneo. La Spagna sfiorerà i 45 gradi e molte regioni italiane toccheranno i 40 gradi nel corso del fine settimana, quando "Caronte" raggiungerà la massima potenza.

Leggi tutto