Sisma Emilia, a Mirandola "l'85% del centro è ancora chiuso"

1' di lettura

A SkyTG24 parla l'assessore all'urbanistica del comune in provincia di Modena. "Abbiamo cantieri a cielo aperto per la ripresa dell'attività produttiva". Quasi 14mila le persone assistite dalla Protezione Civile nelle zone colpite dal sisma

"Ancora oggi, l'80-85% del centro di Mirandola è inagibile". A dirlo è Roberto Ganzerli, assessore all'urbanistica del comune in provincia di Modena, che ai microfoni di SkyTG24 spiega la situazione a un mese dalla prima scossa che ha colpito l'Emilia. "Per la periferia - aggiunge - abbiamo una situazione complessa, in quanto riguarda il settore produttivo. Abbiamo cantieri a cielo aperto per la ripresa delle attività produttive. Alcune di esse hanno delocalizzato temporaneamente per non perdere quote di mercato, mentre altre si stanno attrezzando per costruire dei capannoni".

Intanto la protezione civile ha reso noto che tra Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto, ad oggi sono 13.944 le persone assistite nei campi di accoglienza, nelle strutture al coperto (scuole, palestre e caserme, vagoni letto messi a disposizione da Ferrovie di Stato e Genio Ferrovieri) e negli alberghi che hanno offerto la loro disponibilita' grazie alla convenzione siglata con Federalberghi e Asshotel. In Emilia Romagna i cittadini assistiti sono 13.385: 9.418 sono ospitati nei campi tende, 1.404 nelle strutture al coperto e 2.563 in strutture alberghiere. In Lombardia risultano assistite 495 persone: 434 sono ospitate all'interno dei campi attivi nella provincia di Mantova, 55 hanno trovato sistemazione in una struttura al coperto, sei sono ospitate in albergo. In Veneto, infine, gli assistiti sono 64, 49 dei quali negli alberghi, mentre 15 persone sono ospitate nella struttura al coperto allestita nella provincia di Rovigo.

Sono oltre cinquemila gli uomini e le donne del Sistema nazionale di Protezione civile in campo, tra volontari delle colonne mobili delle Regioni, delle Province Autonome e delle organizzazioni nazionali, operatori ed esperti della protezione civile, vigili del fuoco, personale delle forze armate e dell' ordine, e delle altre strutture operative, cui si aggiunge tutto il personale delle strutture territoriali di protezione civile.

Leggi tutto