Caldo, "Scipione" raggiunge il picco: allerta in 9 città

1' di lettura

L’anticiclone africano, ribattezzato con il nome del condottiero romano, continua a imperversare sull’Italia. Il ministero della Salute avverte: giovedì 21 giugno sarà il giorno più a rischio. A Milano scatta il piano anti-afa per 24mila anziani

In Italia si continua a boccheggiare e il peggio deve ancora arrivare. Sarà giovedì 21 giugno il picco di questa eccezionale ondata di calore che sta avvolgendo la penisola, a causa dell' anticiclone africano "Scipione" : il ministero della Salute lancia l'allerta di livello 3 , ("rosso", con condizioni di "rischio elevato") per 9 città: Brescia , Campobasso , Firenze , Frosinone , Latina , Perugia , Rieti , Roma , Viterbo . Altre nove città sono segnalate di livello 2 ("arancione"): Bologna , Bolzano , Civitavecchia , Milano , Pescara , Reggio Calabria , Trieste e Venezia .
Per la giornata di martedì 19 giugno sono "solo" tre le città in allarme rosso ( Perugia , Rieti e Roma ), mercoledì saranno sei (si aggiungeranno Latina , Frosinone e Viterbo ). Le temperature percepite raggiungeranno i 37 gradi nelle città del Lazio (Roma in primis).

Il livello 3 del bollettino del ministero sulle ondate di calore indica condizioni di emergenza con possibili effetti negativi sulla salute di persone sane e attive, e non solo sui sottogruppi a rischio (anziani, bambini e malati cronici). Nelle città in "allarme rosso" il ministero invita a non uscire nelle ore più calde, dalle 11 alle 18.
Intanto il Comune di Milano ha attivato il piano anti-caldo per 24mila anziani.

Leggi tutto