Sisma in Emilia: al lavoro sotto i tendoni

1' di lettura

Molte aziende del territorio colpito dal terremoto hanno spostato all'esterno la loro produzione. "Non siamo ancora a pieno regime - racconta un imprenditore - ma arriviamo al 60-70%"

Tornare al lavoro, ma anziché in fabbrica, sotto i tendoni. E’ quanto succede in molte aziende colpite dal sisma in Emilia, che per riprendere la loro attività hanno portato macchinari e lavoratori al sicuro fuori da capannoni.
Giancarlo Baroni, presidente del maglificio Baroni Spa che ha sede a Concordia, racconta: "Abbiamo portato tutto quello che era il controllo qualità e la costruzione delle collezioni all’esterno, con 800 metri di tenda, per far lavorare il personale in sicurezza. Anche perché anche se i capannoni sono agibili la gente ha paura". "Non produciamo ancora a regime - continua - ma siamo al 60-70%".

Leggi tutto