Il fratello di Vantaggiato: "Penso abbia agito da solo"

1' di lettura

L'uomo parla ai microfoni di SkyTG24 dopo il fermo per l'attentato di Brindisi: "Quello che è successo è inconcepibile: l'avevo visto da poco ed era tranquillo". "Che io sappia - continua - non aveva motivi di rabbia". GUARDA IL VIDEO

"E’ una situazione assurda, inconcepibile. Ho parlato con lui qualche giorno fa, ci siamo incontrati vicino alla chiesa ed era tranquillissimo". Parla con voce concitata, al microfono di SkyTG24, Giuseppe Vantaggiato, fratello di Giovanni, accusato dell'attentato contro la scuola Morvillo-Falcone di Brindisi in cui ha perso la vita la 16enne Melissa Bassi. "Che io sappia non aveva motivi di rabbia", continua l'uomo, che però esclude che Vantaggiato possa avere avuto complici. Alla domanda infatti risponde in maniera netta: "Penso di no, sono sicuro che l'ha fatto da solo".

A escludere la presenza di complici è stato a SkyTG24 anche Francesco Gratteri, responsabile della Direzione Anticrimine Centrale: “Tutto porta a ritenere che il responsabile possa essere stato solo lui". Una dichiarazione che smentisce le indiscrezioni pubblicate da alcuni giornali sulla presenza di possibili complici di Vantaggiato.

Leggi tutto