Discarica Roma, Sottile: “Gli espropri stanno per iniziare”

1' di lettura

Il commissario straordinario dei rifiuti assicura a SkyTG24 che il sito di stoccaggio a Pian dell’Olmo si farà. Ma la protesta continua. Vie bloccate, tessere elettorali bruciate. “Il governo ci incontri”, chiedono i sindaci dei comuni coinvolti

“Sulla discarica di Pian dell’Olmo andiamo avanti. Gli espropri stanno per cominciare”. Lo assicura il commissario straordinario dei rifiuti a Roma Goffredo Sottile ai microfoni di SkyTG24. “Dobbiamo fare presto, prestissimo. Dobbiamo essere preparati quando ci sarà la chiusura di Malagrotta. Ma per ora non mi sento in grado di dare una data precisa”, aggiunge. Nessun ripensamento dunque sul sito di stoccaggio dei rifiuti che lui stesso ha scelto in sostituzione di Malagrotta. Nonostante il ministro dell’Ambiente Corrado Clini abbia detto che l’area, a due passi dal comune di Riano, non era al top di quelle indicate dal Ministero.“Era comunque compreso tra quelli prospettati dalla Regione. Naturalmente faremo tutti gli accertamenti necessari per ben operare”.

Parole che accendono ancora di più gli animi dei cittadini che da ormai tre giorni protestano contro la realizzazione della discarica con un presidio permanente e occupando la via Tiberina e la via Flaminia. “Vogliamo avere un incontro con il commissario Sottile, finora non ci ha contattato nessuno. Né noi né i 18 sindaci dei comuni coinvolti” dice a SkyTG24 Gianluca Crostella, coordinamento Riano no discarica. “La nostra protesta va avanti. Bruceremo le nostre schede elettorali perché ci sentiamo abbandonati dalle istituzioni. Giovedì 7 giugno saremo al fianco dei nostri sindaci in una manifestazione a Montecitorio”. Sindaci che proprio oggi, mercoledì 6 giugno, sono stati davanti a Palazzo Chigi per chiedere ufficialmente un incontro con il governo.

Leggi tutto