Sisma Emilia, sfollati e senza corrente. La storia

1' di lettura

"Enel mi ha chiesto 420 euro per l'allaccio", dice un uomo ai microfoni di SkyTG24. "Grazie ai vicini ora ci siamo arrangiati". L'azienda di fornitura elettrica spiega che senza un decreto non è possibile attivare singole utenze

"Enel mi ha chiesto 420 euro per l'allaccio della corrente". E' successo anche questo a Rovereto sul Secchia, frazione di Novi, tra i centri più colpiti dal sisma che ha scosso l'Emilia. Un uomo, sfollato insieme alla sua famiglia e a quella della sorella, racconta ai microfoni di SkyTG24 la sua storia, quella di un uomo rimasto senza casa, costretto a vivere in una roulotte e senza energia elettrica. Alla fine, però, la situazione si è risolta "grazie alla solidarietà dei vicini" spiega.

Hanno infatti chiesto aiuto ai proprietari della villetta che si trova davanti alla loro roulotte e per ora si sono attaccati alla loro corrente elettrica. "Non so per quanto tempo potremo andare avanti così" aggiunge. La questione, spiega l'ufficio stampa di Enel è che "senza un decreto del governo e una delibera dell'autorità dell'energia non è possibile fare allacci gratuiti alle singole utenze".

Leggi tutto