Finmeccanica, perquisita la casa di Gotti Tedeschi

1' di lettura

Carabinieri nell'abitazione di Piacenza e in un ufficio di Milano. Il provvedimento, su disposizione della procura di Napoli, non sarebbe collegato alle vicende dello Ior. L'ex presidente della banca vaticana non risulta indagato

L'abitazione di Piacenza e un ufficio di Milano dell'ex presidente dello Ior Ettore Gotti Tedeschi sono stati perquisiti nell'ambito dell'indagine della procura di Napoli su Finmeccanica. Gotti Tedeschi non risulta indagato e la perquisizione "non ha a che vedere con le vicende dello Ior", ha detto il procuratore di Napoli Alessandro Pennasilico. Secondo il magistrato, a motivare le perquisizioni è stato il fatto che "sono emersi alcuni contatti (tra soggetti coinvolti nell'inchiesta) con Gotti Tedeschi", tali da fare ritenere che sia in possesso di documenti rilevanti ai fini delle indagini.

Le indagini della procura partenopea riguardano una commessa per 12 elicotteri da parte di AgustaWestland all'India e i rapporti tra Finmeccanica e società svizzere di consulenza riconducibili a Guido Ralph Haschke.

Nell'ambito dell'inchiesta il presidente e ad di Finmeccanica, Giuseppe Orsi, risulta indagato per corruzione internazionale e riciclaggio. I magistrati napoletani ipotizzano il pagamento di tangenti, anche alla Lega Nord, per la vendita dei 12 elicotteri nel 2010, accusa respinta sia dalla società che dal Carroccio.

Lo scorso 24 maggio il piacentino Gotti Tedeschi, 67 anni, è stato sfiduciato dal Consiglio di sovrintendenza dell'Istituto per le opere di religione, la banca del Vaticano, che presiedeva dal 2009 perchè ritenuto non in grado di svolgere funzioni fondamentali legate al suo ruolo. Gotti Tedeschi siede nel consiglio di amministrazione della Cassa depositi e prestiti. In passato è stato presidente di Santander Consumer Bank Italia e consigliere di Giulio Tremonti quando l'esponente del Pdl, nel 2008, tornò al ministero dell'Economia e delle Finanze nel quarto governo Berlusconi.

Leggi tutto