Sisma Emilia, prima notte fuori casa per 8mila sfollati

1' di lettura

"E' stato bruttissimo vedere la scuola che cadeva a pezzi", racconta un bambino a SkyTG24. "La paura c'è, è inutile negarlo", aggiunge un genitore. E c'è chi si accampa nelle cuccette dei treni

"La paura c'è, è inutile negarlo".  Ottomila sfollati hanno trascorso la prima notte ( guarda le foto ) dopo il secondo sisma che ha scosso l'Emilia , causando sedici morti e centinaia di feriti. Moltissime le famiglie con bambini piccoli: "E' stato bruttissimo vedere la scuola che cadeva a pezzi", racconta uno di loro, che si trovava nell'istituto durante il terremoto.



Sono state 41 le scosse registrate durante la notte nella zona dell'Emilia Romagna. Dopo il primo e il secondo terremoto gli sfollati in tutto sono 14mila.
Secondo i rilievi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), delle scosse registrate dalla mezzanotte alle 5:15 di maercoledì 30 maggio la più forte è stata alle 3:54, con magnitudo 3.4 ed epicentro in prossimità dei comuni modenesi di Camposanto, Cavezzo, Medolla, Mirandola e San Felice sul Panaro e di quello mantovano di San Giovanni del Dosso.

Leggi tutto