"Da Formigoni 1 milione per comprare una villa da Daccò"

1' di lettura

A dirlo il Corriere della Sera, secondo cui il governatore avrebbe versato la somma al suo collaboratore Alberto Perego, ufficialmente l'unico acquirente dell'immobile in Sardegna

Un milione di euro dati da Formigoni, tramite bonifico bancario del tutto alla luce del sole, al collaboratore Alberto Perego per comprare una villa in Sardegna da Pierangelo Daccò. A rivelarlo è il Corriere della Sera, secondo cui Perego, dopo una settimana, ha usato i soldi "per unirli a un mutuo da 1,5 milioni e rimpolpare così il gruzzolo con cui al rogito di fine ottobre 2011 è diventato il solo acquirente formale - per un prezzo pattuito in 3 milioni di euro ma sulla cui congruità sono in corso accertamenti - di una lussuosa villa in Sardegna da 13 vani, vendutagli da una società dietro la quale c'era, guarda caso, Pierangelo Daccò".

Il Corriere si sofferma anche sull’entità della somma versata da Formigoni. "Il governatore  - si legge nell’articolo a firma di Luigi Ferrarella e Giuseppe Guastella - guadagna circa 100.000 euro netti l'anno: anche spalmando a ritroso lo stesso attuale livello di reddito, e salvo che la provvista di denaro origini da eredità o da dismissioni di proprietà, il milione e 100.000 a Perego vale dunque quanto 11 anni di stipendi interamente accantonati da Formigoni, come se fosse vissuto solo d'aria nell'ultimo decennio".

Le nuove indiscrezioni arrivano dopo che Daccò ha raccontato di tutte le spese sostenute per il governatore e di "carte false" che avrebbe prodotto per consentire l'uso di una barca al presidente della Lombardia per alcuni mesi. Accuse che Formigoni ieri 27 maggio ha cercato di "correggere e smentire". "Nessuna barca per mesi e mesi, solo tre cene al Meeting di Rimini - ha precisato - mai stato con Daccò a Rio de Janeiro". E il governatore avverte: "Non cederò al ricatto".

Leggi tutto