Il Papa: "La casa costruita sulla roccia non cade"

1' di lettura

Benedetto XVI cita il Vangelo di Matteo (video) il giorno dopo l'arresto del suo aiutante di camera, Paolo Gabrielli. E' accusato di aver sottratto alcuni documenti segreti, ma non avrebbe confessato. Padre Lombardi: "Ha  già nominato due avvocati"

La "casa costruita sulla roccia" della fede non cade. Il Papa ha usato questa citazione dal Vangelo di Matteo (video) durante l'udienza ai circa 40mila di Rinnovamento dello Spirito, riuniti in piazza San Pietro per il quarantesimo anniversario del loro movimento. E sono parole particolarmente significative, se si considera che arrivano poche ore dopo l'arresto di Paolo Gabriele, l'aiutante di camera di Benedetto XVI accusato di aver sottratto alcuni documenti segreti, che secondo fonti citate da agenzie non avrebbe però confessato.

Intanto il portavoce della sala stampa vaticana, padre Riccardo Lombardi, ha confermato l'identità dell'arrestato, annunciando che lo stesso Gabriele "ha nominato due avvocati di sua fiducia, abilitati ad agire presso il Tribunale vaticano, e ha avuto la possibilità di incontrarli". L'arresto di Paolo Gabriele - ha aggiunto Lomabrdi - ha destato "stupore e dolore" nel direttore della Sala stampa vaticana.
"In Vaticano - ha detto conversando con i giornalisti - tutti lo conoscono, certamente c'è stupore e dolore, e grande affetto nei confronti della sua famiglia, che è molto amata. L'augurio alla famiglia - ha aggiunto - è che possa superare questa prova".

Leggi tutto