Molise, Tar annulla le elezioni regionali del 2011

1' di lettura

Il tribunale amministrativo ha accolto il ricorso del centrosinistra per vizi formali nella presentazione delle liste. Il voto aveva visto la riconferma per un soffio di Michele Iorio del centrodestra. Un simile episodio era già successo nel 2001

Il Tar del Molise ha annullato le elezioni regionali del 2011, come conferma la presidenza della Regione. Il Tar ha così accolto il ricorso presentato dal centrosinistra per vizi formali nella presentazione delle liste.
Il voto del 2011 aveva visto la riconferma per un soffio, per il terzo mandato consecutivo, di Michele Iorio del centrodestra. Aveva ottenuto il 46,94% dei voti, contro il 46,15% del suo avversario Paolo di Laura Frattura.

Il precedente nel 2001 - Per il Molise è la seconda volta: le elezioni regionali erano già state annullate nel 2001. Come è accaduto oggi, anche 11 anni fa il Tar fu chiamato a pronunciarsi sulla validità del voto che aveva portato sulla poltrona da governatore Giovanni Di Stasi (Ulivo).
Allora Di Stasi era riuscito a battere per pochi voti proprio Michele Iorio, candidato di centrodestra, che oggi, al secondo mandato da presidente di Regione, si trova nella medesima posizione del suo vecchio sfidante. In quel caso, a spingere Forza Italia e gli alleati a presentare ricorso fu la circostanza che nelle liste dei Comunisti Italiani e dei Verdi alcune firme non riportavano il tipo di documento utilizzato per il riconoscimento ma solo il numero. E i giudici del Tar prima e del Consiglio di stato poi diedero ragione al centrodestra.

Leggi tutto