Andreotti, prognosi sciolta: parametri rientrano nella norma

1' di lettura

Migliorano le condizioni del senatore a vita, ricoverato dal 3 maggio al Policlinico Gemelli per una crisi respiratoria. “Il paziente ha ripreso ad alimentarsi regolarmente e ha iniziato un programma di riabilitazione”, riferisce una nota dell’ospedale

Il senatore a vita e più volte premier e ministro, Giulio Andreotti, ricoverato la scorsa settimana per una crisi respiratoria, non è più in prognosi riservata e le sue condizioni stanno migliorando.  Lo annuncia in una nota il Policlinico Gemelli, dove Andreotti, 93 anni, è ricoverato dal 3 maggio scorso.
"I parametri vitali del Senatore a Vita Giulio Andreotti si sono normalizzati, non necessitando più di alcun supporto ventilatorio. Il paziente ha ripreso ad alimentarsi regolarmente e ha iniziato un programma di riabilitazione", dice la nota. "La prognosi non è più riservata". Andreotti era stato ricoverato in terapia intensiva dopo una crisi cardiaca successiva a una bronchite.

Leggi tutto