Ritrovato il bambino di 11 anni scomparso a Milano

1' di lettura

Il ragazzino, disabile, si era allontanato nel pomeriggio del 3 maggio. E' stato trovato a Poasco, una piccola frazione di San Donato Milanese. Non presenta lesioni e violenze, ma ha detto di non ricordare come fosse arrivato lì

E' stato ritrovato a Poasco, piccola frazione di San Donato Milanese (Milano), Marius Vladun, il bambino romeno disabile di 11 anni scomparso a Milano mentre andava a scuola.
Il piccolo è stato individuato alle 23 di venerdì 4 maggio dai carabinieri. A notarlo è stato un uomo nei pressi del bar Bianchi, in via Unica, che lo ha visto aggirarsi in stato confusionale.

Il bambino, che non presenta lesioni o violenze, ha detto di non ricordare come era arrivato fin lì.
I carabinieri lo hanno prima portato in ospedale per una visita di controllo e poi a casa. "Non è mio figlio ma è come se lo fosse. L'ho cresciuto io" aveva detto Leo L., patrigno di Marius Vladun.
Lo aveva accompagnato a scuola la sorellastra maggiore di 17 anni, che aveva il compito di portare all'istituto anche la sorellina di 7.
Arrivati all'ingresso dell'elementare in via dell'Arcadia 22, zona Gratosoglio, Marius aveva detto alla ragazza che sarebbe andato alla fermata del bus ad aspettare un amico, promettendo di entrare in classe con quest'ultimo poco dopo.
Invece, quando nel pomeriggio la madre è andata a prenderlo, le maestre le hanno spiegato di non averlo visto entrare.
La donna ha quindi denunciato la scomparsa al commissariato Scalo Romana, i cui investigatori hanno ascoltato il patrigno per ricostruire esattamente la dinamica e capire se in passato si erano già verificati episodi insoliti.

L'uomo, un manovale italiano di 37 anni incensurato, aveva spiegato di non aver mai ricevuto minacce o fastidi tali da lasciar ipotizzare un rapimento.
Il bambino ha un ritardo cognitivo visibile solo in parte nel lato sinistro del corpo (arti meno sviluppati e un orecchio più piccolo).

Leggi tutto
Prossimo articolo