Padova, pullman esce di strada sulla A13: 5 vittime

1' di lettura

Il mezzo partito da Aprilia era diretto al raduno nazionale dell'Arma a Jesolo. E' precipitato in una scarpata all'altezza di Legnaro. A bordo carabinieri in congedo e familiari. Ferito l'autista, ora in stato di shock

E' di 5 vittime e 17 feriti, alcuni dei quali in gravi condizioni, il bilancio dell'incidente che ha coinvolto un pullman sull'autostrada A13, in direzione Padova. Ferito l'autista, che ora è sotto shock: "Avrei voluto morire io" avrebbe detto.
Sul mezzo viaggiavano carabinieri in congedo e i loro familiari. Erano diretti a Jesolo (Venezia) dove avrebbero dovuto partecipare al 22esimo raduno dell'Arma. In segno di lutto, l' Associazione nazionale dei Carabinieri ha annullato le manifestazioni previste sabato 5 maggio.
L'incidente è avvenuto vicino a Ponte San Nicolò, nel comune di Legnaro, dopo Terme Euganee. ( Qui le immagini del recupero del mezzo ). Il pullman, partito all'una di notte da Aprilia (Lazio), verso le 8 di mattina è ruzzolato in una scarpata per una cinquantina di metri prima di fermarsi su un fianco, lungo l'argine di un canale di scolo.
I Carabinieri hanno messo a disposizione il numero di telefono 049-8525582 della sala situazione del Comando provinciale di Padova per quanti hanno necessità di avere informazioni.

L'Autista: il bus ha sbandato all'improvviso
- "Ho sentito il pullman sbandare improvvisamente a destra; pensavo si fosse bucata una ruota, e non sono più riuscito a governarlo. Poi non so cosa sia successo". E' quanto ha raccontato l'autista, Lorenzo Ottaviani, 33 anni, al fratello Fabio.

La dinamica dell'incidente - Secondo le prime informazioni, il mezzo stava iniziando la salita di un cavalcavia quando ha deviato improvvisamente percorso, per cause in corso di accertamento, sfondando le barre di protezione e rotolando giù per la scarpata.
L'autostrada nel tratto Abano Terme (Padova)-Padova Sud , è stata riaperta poco dopo le ore 12.

Leggi tutto