Firme false, indagato Guido Podestà

1' di lettura

Il presidente della provincia di Milano è accusato di falso ideologico per presunte irregolarità nella presentazione delle liste elettorali del 2010, quando era coordinatore regionale del partito. Ma si difende: "Sono estraneo ai fatti"

Guido Podestà, deputato Pdl e attuale presidente della provincia di Milano, ha ricevuto un avviso di garanzia e di chiusura delle indagini relative alla presentazione delle liste elettorali regionali del 2010, quando era coordinatore del partito.
A comunicarlo è stato lo stesso Podestà con una nota sul suo sito, precisando che quanto agli atti "non ha nulla a che fare con l'attività istituzionale e di amministrazione della Provincia.
Podestà, in qualità all'epoca di coordinatore regionale lombardo del Pdl, sarebbe stato il promotore della presunta falsificazione delle firme a sostegno della lista di Roberto Formigoni e di quella provinciale del Pdl per le regionali del 2010. E' accusato di falso ideologico per aver indicato ad alcuni rappresentanti del partito di falsificare oltre 900 firme.

"Sono estraneo ai fatti, terrò informati i cittadini" - "Questa mattina - scrive sul suo sito Podestà - alle 10:30 ho accolto nel mio ufficio due rappresentanti della Polizia Giudiziaria che mi hanno notificato un'informazione di garanzia sul diritto di difesa e un avviso di conclusione delle indagini. Gli atti sono riferiti alle indagini relative alla presentazione delle liste elettorali regionali 'per la Lombardia' e Provinciali Popolo della Libertà Berlusconi per Formigoni. Come avevo già in passato dichiarato, ribadisco la mia estraneità ai fatti che mi vengono contestati. Avevo anche affermato e ripeto che la gestione esecutiva e gli adempimenti amministrativi della presentazione delle liste non era di mia diretta competenza, in quanto sempre stata, in ogni tornata elettorale, di responsabilità di un apposito ufficio del partito. Terrò personalmente informati i cittadini attraverso i mezzi di comunicazione di quanto avverrà in seguito".

Leggi tutto