Lega, la Finanza sequestra i diamanti restituiti da Belsito

1' di lettura

I preziosi , insieme a 11 lingotti d’oro e una Audi A6, erano stati restituiti dall’ex tesoriere. Ai magistrati che stanno indagando sui rimborsi elettorali l’uomo ha consegnato una serie di atti

La Guardia di Finanza di Milano ha sequestrato in via Bellerio 11 diamanti, lingotti d'oro e una Audi A6, restituiti il 17 aprile dall'ex tesoriere, indagato, Francesco Belsito.
Il motivo del sequestro, ha fatto sapere il Carroccio, è dovuto al fatto che l'investimento in preziosi non è stato effettuato per conto del movimento. Infatti, dagli atti raccolti dalla Procura, non risulta che l'acquisto sia stato fatto per conto della Lega.

Ma gli inquirenti non si sono accontentati del "bottino" recuperato. In base alle loro indagini, i diamanti acquistati da Belsito con i soldi del suo ex partito, sarebbero 12. All'appello ne manca ancora uno.

La notizia arriva nel giorno in cui l'ex tesoriere della Lega Nord ha reso dichiarazioni spontanee per circa due ore e mezzo ai magistrati di Milano che lo hanno indagato per appropriazione indebita e truffa ai danni dello Stato sull'uso dei fondi pubblici del Carroccio. Lo riferiscono fonti giudiziarie, precisando che il verbale è stato secretato su richiesta della difesa e che Belsito ha consegnato alcuni documenti. Nei prossimi giorni, aggiungono le fonti, dovrebbe tenersi un altro incontro. L'ex tesorirere del Carroccio avrebbe altri documenti da consegnare al tribunale milanese.

Leggi tutto