Milano, i "signor Hu" superano i Fumagalli e i Brambilla

1' di lettura

L'assessorato all'Area metropolitana diffonde i dati dell'anagrafe del capoluogo lombardo: si scopre così che dopo Rossi il cognome più diffuso è quello di molti cittadini di origine cinese. E i Beretta finiscono al 28esimo posto...

Venticinque anni fa, tra i primi trenta cognomi milanesi, non ce n'era nemmeno uno straniero.
Oggi ce ne sono quattro e l'unica continuità con il passato è rappresentata dal vertice della classifica che anche nel 2012 è 'occupata' dai Rossi ma già al secondo compare l'orientale Hu.
Non solo: tra i primi dieci cognomi registrati all'anagrafe del Comune di Milano ben tre sono di chiara provenienza cinese.
Sono dati, quelli forniti dall'assessore all'Area metropolitana, Decentramento e Municipalità, Servizi civici, Daniela Benelli che "dimostrano come Milano stia cambiando sul piano etnico e sociale".
Tant'è vero che il 'milanesissimo' Brambilla, cognome con cui viene identificata la famiglia meneghina per antonomasia, è solo all'ottavo posto, mentre l'altrettanto milanese Fumagalli è al trentesimo..
"Questa classifica dei cognomi - spiega l'assessore Benelli - è un indicatore dell'evoluzione nel tempo della città e dei suoi abitanti.
Se negli anni '50 e '60 colpiva il diffondersi dei cognomi meridionali, ora questo discorso vale per quelli stranieri: con il tempo verrà meno lo stupore anche per questi ultimi".

12 cognomi cinesi tra i primi 100 - I cognomi cinesi in città vanno per la maggiore: tra i primi 100 se ne contano ben 12. Ci sono 3.694 Hu, 1.625 Chen e 1.439 Zhou. Poi 1.030 Wang, 930 Wu, 916 Lin, 829 Zhang, 742 Liu, 684 Zhao, 676 Li, 633 Zhu, 581 Zheng.
E i milanesi a questi cognomi brevi si sono ormai abituati per ragioni storiche: la comunità cinese è la più antica della città, poiché il primo insediamento in via Paolo Sarpi risale agli anni '20.

Gli altri cognomi stranieri - A parte la massiccia presenza dei cinesi, scorrendo l'elenco dei 100 cognomi più diffusi, spiega l'assessore, non si rilevano 'invasioni' degli stranieri.
Solo tre, tra i primi cento, cognomi di chiara matrice araba: Mohamed, al 34/o posto (944 persone); Ahmed, al 63/o (741); Ibrahim, situato al 75 posto (656). Sorprese anche dall'analisi dei cognomi ambrosiani doc. Tra i primi dieci figurano al terzo posto Colombo (3.685), al quarto Ferrari (3.568), al settimo Villa (1.905), tutti di antica tradizione meneghina. Brambilla, invece, compare solo al 9 posto della classifica essendo portato "solo" da 1.536 cittadini, mentre Beretta (cognome del primo sindaco di Milano) è 'relegato' addirittura al 28 posto, con 1.042 persone.

Leggi tutto