Si fingeva cieca da 30 anni. Deve restituire 100mila euro

1' di lettura

Dal 1979 ha percepito sia la pensione di invalidità sia l'assegno di accompagnamento. Ma ci vedeva benissimo. La donna, una 71enne di Viterbo, è stata denunciata dalla Guardia di Finanza per truffa aggravata ai danni dello Stato

Guarda anche:
Cieca per l'Inps, ma fa shopping e guarda le vetrine. VIDEO
Prende la pensione da cieca, ma fa la parrucchiera
Lecce: finto cieco aggiustava la bici, denunciato
Prende la pensione da cieco ma legge il giornale

Ha percepito per oltre 30 anni sia la pensione di invalidità che l'assegno di accompagnamento come 'cieca assoluta', ma in realtà ci vedeva benissimo. Per questo motivo una donna di 71 anni, residente a Tuscania, in provincia di Viterbo, è stata denunciata dalla Guardia di Finanza per truffa aggravata ai danni dello Stato.
Secondo quanto si è appreso, dal 1979, data in cui la commissione medica di Viterbo le ha riconosciuto l'invalidità, ad oggi, la donna ha intascato indebitamente oltre 110 mila euro.

Gli uomini della Guardia di Finanza l'hanno seguita e filmata per giorni e in diversi orari della giornata, scoprendo che svolgeva senza alcuna difficoltà attività di giardinaggio e numerose faccende domestiche, al punto che, tra lo stupore degli investigatori, è stata vista individuare e recuperare con particolare precisione, e senza alcuna incertezza, degli oggetti caduti a diversi metri di distanza.

Nel corso delle indagini è stato verificato che anche lontano dalle mura domestiche l'anziana donna si muoveva con disinvoltura sia presso gli esercizi commerciali, dove sceglieva i capi di abbigliamento che successivamente acquistava, sia presso i mercati all'aperto della zona. Oltre a denunciarla, le fiamme gialle hanno avviato ulteriori approfondimenti della sua posizione economica e fiscale.

Leggi tutto